Pizzeria Betra Salerno

Salernitana, stasera per voltare pagina..

Un mini "rimpasto" di Colantuono, forse anche di modulo

Enzo Sica

Rivoluzione. Anzi, no. Un mini rimpasto, anche di modulo (forse) che vedremo in campo stasera contro l’Ascoli nel primo turno infrasettimanale del campionato di serie B. La batosta di Benevento è stata assorbita bene, almeno così sembra ma è chiaro che qualche scoria è rimasta perché nessuno si aspettava una resa da parte della squadra granata in una serata particolare e nella quale il derby era quasi al primo posto. Ma si vuole, anzi, si deve cambiare pagina perché il campionato incombe, perché siamo solo alla quinta giornata e dunque queste due partite interne consecutive (Ascoli e sabato Verona) devono essere affrontate con un unico obiettivo. Eppoi ci sarà il sostegno della magnifica tifoseria granata che in oltre 2000 erano sugli spalti del Vigorito ed hanno avuto anche la forza di applaudire al termine della gara la loro squadra ed il tecnico Colantuono, che ha voluto ringraziarli per questa loro partecipazione anche se la gara è finita come tutti non si auguravano. Ma torniano alla gara contro l’Ascoli, avversari tignosi i marchigiani che hanno riposato nell’ultimo turno e scenderanno in campo nel principe degli stadi con la voglia di far bene. Dunque la Salernitana dovrà giocoforza ritrovarsi e soprattutto avere lo stesso spirito che ha messo in campo contro il Padova, Malgrado il cambio di modulo (ma ci sarà?) che Colantuono ha in mente perché vuol vedere fin dall’inizio, alle spalle delle punte, Di Gennaro. Che sia questa la soluzione ottimale e che possa anche far sbloccare le punte in questo caso Djuric e Bocalon? Un interrogativo che si pongono un po’ tutti anche perché con un centrocampo a tre e con  tanto fosforo in campo (Akpro, forse Palumbo e Di Tacchio) le forze potrebbero moltiplicarsi. E nella difesa a quattro dovrebbe trovar posto Vitale con Casasola sul’out opposto e come centrali capitan Sciavi e Perticone. Insomma una salernitana che cambia pelle nella prima serata difficile di questo inizio di campionato e che solo una vittoria contro i marchigiani potrebbe davvero farle cambiar pagina. Altrimenti si rischia di entrare in una spirale dalla quale difficilmente si uscirà. Anche perché alle porte c’è la “fatal Verona”. Ma questo è un discorso che si affronterà da subito dopo la partita contro l’Ascoli.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.