Pizzeria Betra Salerno

Salernitana, serve un nuovo scatto

Nicola Roberto

A Catanzaro, domani, per un nuovo allungo. Riparte dalla Calabria la corsa verso il primo posto per la Salernitana. Dopo il pari nell’anticipo tra Casertana e Benevento, i granata sanno che, battendo la squadra di Sanderra, tornerebbero da soli in vetta con due punti di vantaggio sui sanniti.

La squadra di Brini ha superato bene il doppio turno esterno, portando a casa quattro punti dalle non certo facili trasferte di Lamezia e Caserta. Ora tocca alla Salernitana dimostrare di avere qualcosa in più. I granata sanno che, se conquisteranno 22 punti da qui a fine stagione, saranno promossi.

Dopo il pari di ieri a Caserta, infatti, al Benevento restano sette gare da giocare. In caso di en plein, i sanniti chiuderebbero a quota 86. La Salernitana ne ha 64, ma deve giocare otto partite ed in caso di arrivo a pari punti sarebbe prima in virtù degli scontri diretti.

La terra promessa è a quota 86, ammesso che il Benevento vinca sempre da qui alla fine. Domani, però, i granata non dovranno accontentarsi del pareggio.

E’ vero che ci saranno delle defezioni pesanti, è vero che il Catanzaro in casa ha un altro passo rispetto alle deludenti esibizioni esterne, ma l’occasione è troppo ghiotta per farsela sfuggire.

Ci vorrà sagacia tattica, mista ad una giusta dose di determinazione, per portare a casa l’intera posta. Senza Calil, ma con Gabionetta in campo Menichini può comunque schierare una squadra competitiva. Certo, mancheranno all’appello i 14 gol del suo bomber principe, ma è tempo per tutti di rendersi utili alla causa.

Serve uno scatto, fosse anche quello di un gregario, per quanto di lusso, per tornare da soli in vetta.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.