Taste - Sapori mediterranei
Pizzeria Betra Salerno

Salernitana, quanta fatica ma è 2 a 1 con l’Entella

I 90' dell'Arechi. Accade tutto nella parte finale della ripresa: Maistro su punizione e capolavoro di Jallow per il doppio vantaggio. Poli accorcia e Nizzetto sfiora il clamoroso pari. Granata vincenti dopo un mese

Alfonso Maria Tartarone

SALERNITANA-ENTELLA 2-1 (0-0)

SALERNITANA. Micai, Karo, Migliorini, Pinto, Lombardi, Akpa Akpro, Di Tacchio, Kiyine, Maistro (84’ Jaroszynski), Gondo (90’ Djuric), Jallow. A disp.: Vannucchi, Lopez, Odjer, Cerci, Kalombo, Morrone. All.: Ventura.
ENTELLA. Contini, Coppolaro, Poli, Chiosa (46’ Crialese), Eramo, Nizzetto, Adorjan (85’ Currarino), Schenetti, Sala, Mancosu, De Luca G. (68’ Morra) A disp.: Borra, Valietti, Settembrini, Ardizzone, M. De Luca, Toscano, Bonini, Sernicola, Cicconi. All.: Boscaglia.
MARCATORI. 78’ Maistro, 83’ Jallow, 88’ Poli.
ARBITRO. Dionisi di L’Aquila.
NOTE. Spettatori: 5432; ammoniti: Schenetti, Adorjan, Maistro, Crialese, Jallow; calci d’angolo: 7-4; minuti di recupero: 1’ pt e 6’ st.

Salernitana, quanta fatica per il successo: 2 a 1 all’Entella. Accade tutto nella parte finale della ripresa: Maistro su punizione e capolavoro di Jallow per il doppio vantaggio. Poli accorcia e Nizzetto sfiora il clamoroso pari. Granata vincenti dopo un mese. LA PARTITA. I primissimi giri di lancette della contesa sono caratterizzati da un passaggio rischioso di Migliorini verso Micai e qualche intelligente giocata di Akpa Akpro (non sfruttata da Gondo e Jallow). Per il resto, da una parte e dall’altra, tanto possesso palla e poco altro. Al ventesimo, però, i liguri sfiorano il punto dell’uno a zero. L’accoppiata Pinto-Sala manda in tilt il pacchetto arretrato campano, salva ad un passo dalla linea bianca di porta Pinto. Dal seguente angolo tocca a Chiosa: girata centrale. Risposta immediata dei padroni di casa. Si mette in proprio Maistro (sostituto in extremis di Dziczek). Mancino che termina la sua corsa sul palo alla sinistra di Contini. Match a strappi, ma sembra crescere l’undici di Ventura con il passare dei minuti. Maggiore pressione in mezzo al terreno di gioco anche se latitano le conclusioni verso il numero uno della Virtus. Trentacinquesimo: palla lunga di Di Tacchio per Gondo, l’ex Fiorentina Prmavera assiste Jallow, tocco di fino proprio per il centrocampista granata e staffilata alta sulla traversa da ottima posizione. Sul finire del tempo è il gambiano a chiedere (timidamente) il calcio di rigore: accerchiato da ben tre avversari. Dionisi lascia correre. Ripartenza a sessanta secondi dal duplice fischio (l’arbitro non fischia una netta spinta di Schenetti su Di Tacchio). De Luca si lascia ipnotizzare da Micai. Al via il secondo tempo. Parte forte la Salernitana. Diagonale di Jallow al volo, Contini c’è. Accelerano i campani. Kiyne dalla distanza, deviazione decisiva di un difensore dei liguri con sfera in angolo. Tiro cross di Lombardi, legno esterno. Avversari alle corde nei primi dieci giri di lancette della ripresa. Karo e compagnia tirano il fiato. Della compagine di Boscaglia, però, nessuna traccia. E’ il momento di fare sul serio. I ventidue contendenti in campo lasciano ampie praterie, ma Kiyine e Schenetti non illuminano le rispettive ripartenze. Dodici al termine, calcio piazzato dal limite dell’area di rigore per i padroni di casa. Destro sulla barriere di Maistro, Contini si lascia sorprese sul palo di competenza: vantaggio granata (78’). Trecento secondi e Jallow, siluro chirurgico, chiude il match. I liguri non si arrendono. Stacco aereo di Poli e l’Entella accorcia le distanze. Meno due al triplice fischio. Sofferenza campana. Nizzetto, a tu per tu con il numero uno ex Bari, manca clamorosamente il pari. Questa volta nessuna rimonta, tre punti d’oro e basta.

Taste - Sapori mediterranei
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.