Pizzeria Betra Salerno

Salernitana, non aver paura

Stasera la prima di tre gare in 8 giorni

Enzo Sica

tifosi ascsal024

VERONA | Stasera la partita della verità e forse anche quella della svolta per la Salernitana a Verona. Il Bentegodi, campo sempre ostico per i colori granata attende la compagine di Gregucci in un match che si preannuncia molto intenso. Il successo di Ascoli ha rivitalizzato la truppa di Gregucci che vuole dare continuità a quella bella prestazione. Di fronte il Verona cinico ed anche gasato dopo la bella prestazione di La Spezia che cerca di scalare quella classifica che attualmente la vede ai margini della promozione diretta. Salernitana comunque in grande spolvero che scortata da circa 300 tifosi vuole essere bella di notte come lo è stata a Palermo. Dunque nessun timore reverenziale ma tanta grinta e soprattutto orgoglio che sono alla base di successi importanti. E questa squadra che sta ritrovando la quadratura del cerchio e si trova solo un punto al di sotto della zona play off non vuole assolutamente desistere o essere la vittima sacrificale di un Verona che tra le mura amiche ha sempre sofferto ogni avversario. Il ritorno al gol di Jallow dopo un girone intero ad Ascoli, la verve di Emanuele Calaiò che con il suo inserimento in squadra ha dimostrato di essere un calciatore da grandi numeri (e anche gol…) ridanno quella sicurezza smarrita dopo tante gare. E’ chiaro che di fronte troveranno i gialloblu che vogliono riscattarsi di fronte al pubblico amico ma si deve lanciare il cuore oltre l’ostacolo e soprattutto crederci fino alla fine. Il cambio modulo di Gregucci che ha ridato vigore alla linea d’attacco inserendo un trequartista (Mazzarani) dietro i due in avanti sarà la nota che riproporrà stasera nella tana di Giulietta e Romeo. Ma anche la difesa che dimostra sempre di avere una buona tenuta, rafforzata da Mantovani che giocherà al posto di Perticone, infortunato, potrà avere un ruolo determinante visto che i veronesi con il trio d’attacco Lee, Di Gaudio e Di Carmine faranno di tutto per battere Micai che dopo lo svarione contro il Benevento ha conservato con una grande prestazione il risultato al Del Duca. Dunque nessun timore stasera ma la voglia di onorare questo impegno a 360 gradi in vista, poi, del tour de force della prossima settimana con Cremonese in casa martedì sera e Perugia, al Curi, nel primo sabato di marzo.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.