Pizzeria Betra Salerno

Salernitana irriconoscibile, con il Carpi si torna al 3-5-2?

Colantuono dovrà correre ai ripari. Scocca l'ora di Djavan Anderson?

Carmine Raiola

Un lunedi nero, quello appena passato e che ha portato alla Salernitana la seconda sconfitta consecutiva.
Tante sono state le note dolenti emerse nel corso del match e sulle quali Colantuono ed i suoi uomini devono lavorare nel corso della settimana.
Partiamo dalla difesa. Variazione a quattro per il reparto arretrato, con relativa sofferenza durante tutta la partita.
Come successo anche in altre occasioni in cui Colantuono ha schierato la difesa a quattro, in grande difficoltà Valerio Mantovani che ieri è sembrato la controfigura di quel calciatore che bene aveva fatto fino a dicembre.
Altro reparto che non ha funzionato a dovere è stato il centrocampo.
Castiglia, Akpa e Di Tacchio, infatti, hanno trovato diverse difficoltà ad offrire ai loro compagni palloni utili per creare azioni pericolose.
Questa asperità nel costruire la manovra ha avuto come causa anche il grande pressing operato dalle rondinelle sui mediani granata a cui hanno tolto il tempo per ragionare.
Non è stata soddisfacente neanche la prova di Rosina.
C5C5382A-DF4A-473C-BA63-B99958B84B10
L’esperimento trequartista, infatti, non ha funzionato poichè il numero dieci granata non è riuscito ad incidere sulla partita come Colantuono sperava alla vigilia.
Alla luce di quanto detto, contro il Carpi non è escluso, quindi, che il trainer di Anzio ritorni al “vecchio” 3-5-2, nel quale ci potrebbero essere alcuni cambiamenti.
In porta dovrebbe essere confermato Micai, in difesa invece potrebbe essere riproposto il terzetto Gigliotti-Schiavi- Mantovani.
18FFBBA7-5491-404E-81FC-A228E0BBEE20
Sulle fasce, Djavan Anderson (che nel match contro il Brescia è stato l’autore dell’unica azione pericolosa della squadra granata ) contro i romagnoli dovrebbe ritornare titolare con Casasola sul versante opposto.
In mediana Di Tacchio dovrebbe continuare ad essere ancora lo schermo dinanzi alla difesa, incerta invece la riconferma per Akpa e Castiglia che, come detto, non hanno offerto una prova soddisfacente contro il Brescia.
In attacco, invece, la coppia Bocalon-Jallow potrebbe essere anche riconfermata ma occhio a possibili variazioni nel corso della settimana.
Come detto, è molto probabile che il trainer granata scelga di ritornare al suo 3-5-2 anche perché contro le rondinelle, è emersa la difficoltà che la Salernitana ha avuto con automatismi diversi da quelli del suo modulo tipico.
Nonostante ciò, è ancora molto presto per dire se gli undici calciatori citati ed il modulo menzionato saranno quelli che Colantuono schiererà domenica contro il Carpi.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.