Taste - Sapori Mediterranei
No Signal Service

Salernitana in gondola con la doppietta di Anderson

Al 45'. Al “Penzo” di Venezia, dopo un avvio affannoso, decide la doppietta del brasiliano

Alfonso Maria Tartarone

VENEZIA – SALERNITANA 0-2

VENEZIA. Lezzerini, Mazzocchi, Ceccaroni, Svoboda, Felicioli, Fiordilino, Taugourdeau, Bjarkason, Aramu, Forte, Bocalon. A disp.: Pomini, Ferrarini, Molinaro, Vacca, Capello, Johnsen, Modolo, Rossi, Di Mariano, St. Clair, Karlsson, Crnigoj. All.: Bertolini (Zanetti squalificato).
SALERNITANA. Belec, Aya, Gyombér, Mantovani, Casasola, Capezzi, Di Tacchio, Anderson, Lopez, Tutino, Djuric. A disp.: Adamonis, Gondo, Cicerelli, Karo, Iannoni, Kupisz, Barone, Bogdan, Giannetti, Schiavone, Veseli, Antonucci. All.: Castori.
MARCATORE. 34’ e 38’ Anderson
ARBITRO. Pairetto di Nichelino.
NOTE. Ammoniti: Di Tacchio, Lopez; calci d’angolo: 2-0; minuti di recupero: 1’ pt;

Salernitana in gondola con la doppietta di Anderson. Al “Penzo” di Venezia, dopo un avvio affannoso, decide la doppietta del brasiliano IL PRIMO TEMPO. Cinque giri di lancette e da segnalare, dopo appena trenta secondi di gioco, c’è il giallo sventolato da Pairetto a capitan Di Tacchio. La pressione dei padroni di casa mette alle strette il pacchetto arretrato campano, ma di conclusioni verso lo specchio della porta nemmeno l’ombra. E’ necessario attendere il diciottesimo e per ben due volte, con il mancino a giro di Aramu ed il colpo di testa di Forte, gli arancioneroverdi sfiorano il punto dell’uno a zero. Tutino e compagnia ancora a secco di idee. Superata la mezz’ora, però, i ragazzi di Castori in contropiede si confermano letali. Casasola recupera la sfera nella zona nevralgica del manto erboso, assist goloso per Anderson poco fuori il limite dell’area di rigore e destro che fulmina Lezzerini. Granata in vantaggio al primo vero tentativo offensivo. Venezia in debito d’ossigeno. Ripartenza affidata a Tutino (in probabile posizione di fuorigioco), il numero uno di Zanetto devia sul palo ed il più lesto a giungere sulla palla è ancora una volta il brasiliano per il più semplice dei tocchi: raddoppio della Salernitana.

No Signal Service
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.