Salernitana, è già una prova verità

Stasera contro la Pro Vercelli per i granata sarà una partita molto importante. In palio punti pesantissimi

Nicola Roberto

Alla quindicesima giornata potrebbe sembrare prematuro, ma per la gara di stasera con la Pro Vercelli la definizione di scontro diretto non è così azzardata. La classifica non mente e, quando abbiamo appena superato il primo terzo della stagione, i valori si stanno ormai consolidando. La Pro Vercelli ha 17 punti, la Salernitana 15: nel destino delle due squadre c’è la lotta per la salvezza, anche se tutti ci auguriamo che quella di Torrente possa tirarsi fuori dalla mischia con largo anticipo. Tuttavia, al momento, la realtà è questa.
In emergenza totale in difesa per l’assenza dello squalificato Lanzaro, alla vigilia di un ciclo di ferro che la vedrà impegnata in tre gare esterne di fila – La Spezia, in Coppa Italia, Vicenza e Livorno, in campionato – la Salernitana deve sfruttare l’occasione di giocare davanti ai propri tifosi contro un avversario che in trasferta ha perso, finora, quattro volte su sei. I tre punti sarebbero pesantissimi per la classifica e per il morale e darebbero continuità ai due risultati utili messi insieme – vittoria sul Novara e pareggio a Latina – dai granata nelle ultime settimane.
Guai a pensare che sarà una passeggiata, però. La Pro Vercelli sa far male se le si concedono spazi in cui affondare i colpi in virtù delle caratteristiche dei suoi attaccanti. E’ pur vero, però, che i piemontesi non sono ermetici in difesa ed anche per questo Torrente ha deciso di varare la coppia Coda- Donnarumma. Il grande momento di forma di quest’ultimo va sfruttato senza mortificare l’impegno con cui Coda sta lavorando per la squadra in attesa che arrivi il tanto sospirato gol all’Arechi. Sotto i riflettori, stasera, potrebbe finalmente tornare a rifulgere anche il talento di Gabionetta ed allora tutto sarebbe più facile per i granata.
Servirà una Salernitana attenta e concreta, brava a non prestare il fianco alle accelerazioni ospiti e a sfruttare le occasioni che sicuramente sarà in grado di creare. La spinta dell’Arechi, poi, farà il resto.

Commenti

I commenti sono disabilitati.