Pizzeria Betra Salerno

Salernitana e Frosinone, una vittoria per motivazioni diverse

I granata per ritrovare il successo casalingo, i ciociari per salvare la panchina di Nesta

Carmine Raiola

Mancano pochi giorni a Salernitana- Frosinone, partita che si preannuncia di grande importanza per entrambe le squadre. Infatti se avesse esito positivo a favore della Salernitana una vittoria potrebbe lanciare i granata al primo posto in classifica ( in base ovviamente al risultato del match dell’Empoli) mentre in caso di successo ciociaro i tre punti permetterebbero alla squadra gialloblù di recuperare terreno in classifica. Importante, dunque, capire come le due squadre arrivano al match di domenica pomeriggio. Partiamo dalla Salernitana. Gian Piero Ventura dovrebbe confermare (a meno di sorprese) il 3-5-2 con Micai tra i pali ed il terzetto difensivo formato da Karo, Migliorini e Jaroszynsky, in mediana l’intoccabile Di Tacchio con Firenze e Maistro ( occhio però a Moses Odjer che potrebbe tentare un “sorpasso” al fotofinish) ai suoi lati. Sulle fasce confermato a destra Cicerelli mentre sul versante opposto ritorna Sofian Kiyine dopo la squalifica che gli ha fatto saltare il match di Livorno, inoltre contro il Frosinone potrebbe trovare più spazio anche Alessio Cerci che in queste ultime due partite contro Chievo e Livorno non è sceso in campo. In attacco la coppia Giannetti-Djuric. Per quanto riguarda i vari Billong, Jallow, Akpa, Herteaux, Lombardi e Mantovani difficilmente quest’ultimi saranno convocati poiché ancora fermi ai box per i rispettivi infortuni, con la sosta però Ventura punta a recuperare qualcuno di loro con Jallow ed Akpa Akpro che sembrerebbero essere i primi a dover rientrare. Capitolo Frosinone. I ciociari arrivano al match dell’Arechi con alcune assenze, in primis quelle dell’ex Federico Dionisi e del portiere Bardi che hanno lavorato a parte nell’ultimo allenamento. Possibili assenti anche Maiello e Szyminski mentre Luca Paganini salterà il match per squalifica. Alessandro Nesta in virtù di queste assenze dovrebbe schierare la sua squadra quindi con il 4-3-1-2. In porta Iacobucci, coppia centrale formata da Ariaudo e Brighenti con Salvi sulla fascia destra e Zampano su quella sinistra. In mediana potrebbe essere riconfermato Vitale che ai suoi lati dovrebbe avere Tribuzzi ( in ballottaggio con Rohden ) ed Haas, in attacco dietro le due punte Trotta e Citro quasi sicuramente agirà Camillo Ciano. Domenica pomeriggio i granata vorranno ritrovare il successo tra le mura dell’Arechi dopo la sconfitta contro il Benevento ed il pareggio contro il Chievo delle ultime due partite casalinghe, dall’altro lato c’è un Frosinone che attualmente è a quota 1 vittoria con Sandro Nesta che all’Arechi “si gioca” la panchina.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.