Pizzeria Betra Salerno

Salernitana-Cremonese: nel 96 la sbloccò Pisano dal dischetto

Era ottobre, in avanti Jhonny gol con il "re del taglio" e Stefan Jansen

Enzo Sica

SalernitanaCremonese (34)
I PRECEDENTI | Favorevoli i precedenti con la Cremonese, prossima avversaria nel turno infrasettimanale del campionato di serie B per la Salernitana. Solo otto volte le due squadre si sono affrontate a Salerno con quattro vittorie dei granata e quattro pareggi. Mai i lombardi sono riusciti a portare via da Salerno l’intera posta in palio, il più delle volte si sono incontrate in terza serie. Solo da qualche anno la Cremonese è riuscita a risalire in serie B ma si ricordano in città la bella vittoria ottenuta con un gol di Pisano qualche anno fa ed anche l’ultima, un 2 a 1 tirato per una Salernitana che contro questa squadra ha sempre dato il massimo. E si spera ovviamente anche nella gara di domani, una partita particolarmente sentita dalle due squadre. Ai margini della zona play off la Salernitana, 27 punti in classifica per la Cremonese che nelle ultime cinque gare ha vinto una sola volta ed ha perso quattro gare di seguito. Insomma una partita da dentro o fuori per l’allenatore biancorosso Rastelli che si gioca il suo futuro (e la panchina) proprio contro i granata che pur devono fare molto per riscattare la sconfitta di Verona.


QUEL MATCH NEL 1996

Tutt’altro calcio, sono passati più di vent’anni da quella domenica d’ottobre in cui gli uomini di Franco Colomba superarono all’Arechi la Cremonese di Fausto Silipo. I grigiorossi ben messi a centrocampo con Giandebiaggi, Maspero e Petrachi, non male per usare un eufemismo anche la Salerno con Breda, Pirri e Tudisco. In avanti a chiudere il terzetto con Pisano e Ricchetti l’olandese Jansen. La partita non si sbloccava e nella ripresa il tecnico granata inserì anche Ferrier al posto di Tudisco, a centrocampo intanto Rachini aveva preso il posto di Ricchetti (risentimento muscolare per il re del taglio prima dell’intervallo). Cambio fantasia nell’ultimo quarto d’ora, uscì Pirri ed entrò Dell’Anno. Mossa azzeccata perchè i granata crebbero, a cinque minuti dallo scadere Piretti di Ravenna concesse il penalty, Pisano non perdonò dal dischetto facendo esultare il pubblico di fede granata.


 

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.