Elezioni Mimmo De Maio
No Signal Service

Salernitana, coppa al sapor di Bonazzoli: 2 a 0 alla Reggina

Trentaduesimi della manifestazione tricolore: i granata si regalano il Genoa, merito della sublime doppietta dell'ex Toro

Alfonso Maria Tartarone

SALERNITANA-REGGINA 2-0 (1-0)

SALERNITANA. Belec, Gyomber, Strandberg, Bogdan (65’ Aya), Kechrida, M. Coulibaly, L. Coulibaly (56’ Di Tacchio), Obi (56’ Capezzi) Ruggeri, Bonazzoli (81’ Kastanos), Djuric (81’ Kristoffersen). A DISP.: Fiorillo, Jaroszynski, Zortea, Iannone. ALL.: Castori.
REGGINA. Micai, Lakicevic (67’ Adajpong) , Cionek, Stavropoulos, Di Chiara, Ricci (58’ Menez), Hetemaj, Crisetig (78’ Bianchi) Laribi (58’ Bellomo), Rivas, Montalto (67’ Montalto). A DISP.: Turati, Lojacono, Regini, Franco, Liotti, Situm Gavioli. ALL.: Aglietti.
MARCATORE. 47′ e 54’ Bonazzoli
ARBITRO. Fourneau di Roma (Assistenti. Carbone e Lanotte; IV uomo. Rutella; Var: Di Bello).
NOTE. Spettatori: 3.000 circa; ammonito: Capezzi, Hetemaj; calci d’angolo: 3-1; minuti di recupero: 2’ pt e 6’ st.

Salernitana, coppa al sapor di Bonazzoli: 2 a 0 alla Reggina. Trentaduesimi della manifestazione tricolore: i granata si regalano la sfida con il Genoa, merito della sublime doppietta dell’ex Toro LA PARTITA. Amaranto più propositivi durante i primi giri di lancette del match. Granata ancora in attesa della scintilla. Al sesto, infatti, dalla distanza è il velenoso destro di Laribi a testare i rifessi di Belec. Risponde Lassana Coulibaly, sfera in curva. Sussulto dei padroni di casa al dodicesimo. Ci pensa (si fa per dire) Micai che manca la presa, Djuric di un soffio non approfitta dell’errore dell’estremo difensore. Inizia a spingere la formazione di Castori. Bonazzoli assiste e Coulibaly manca lo specchio della porta da favorevole posizione. L’ex Toro ancora protagonista. Cambia gioco per Ruggeri, traversone per la testa dell’ariete bosniaco: tutto facile per il numero uno calabrese. Tanto possesso palla per l’undici di Aglietti. Dall’altra parte continua a creare scompiglio sulla corsia di destra la Salernitana. Minuto ventiquattro. Finezza di Lassana Coulibaly per Kechrida e tocco in ritardo per Bonazzoli a centimetri dal vantaggio. Trentunesimo ed ancora Micai, alquanto arrugginito, manda in tilt il pacchetto arretrato della Reggina. Djuric e l’ex Samp nuovamente ad un passo dalla marcatura. Si rivedono gli amaranto nella parte conclusiva della contesa. Bogdan cincischia ed il mancino di Montalto sibila il palo alla sinistra di Belec. Due di recupero, Bonazzoli danza sul pallone e batte con una rasoiata Micai. Salernitana avanti. Si riparte. La Reggina macina gioco ma non azioni pericolose ed al primo affondo, merito di Coulibaly e la lucidità di Kechrida, il piattone del numero nove risulta letale. Doppio vantaggio e qualificazione in cassaforte al 54’. Settantesimo: da segnalare sostituzioni da una parte e dall’altra ed una parata di Belec su Menez. Granata ad un passo dal tris con il nuovo entrato Capezzi. Nella prima circostanza Micai non si fa sorprendere, nella seconda è il fuorigioco di Kechrida a frenare sul più bello una azione tutta di prima dei campani. Dieci al triplice fischio di chiusura. I padroni di casa controllano senza affanni, calabresi senza più benzina. E’ finita, due a zero e passaggio ai sedicesimi di coppa.

No Signal Service
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.