Taste - Sapori Mediterranei
No Signal Service

Salernitana colpita da Balotelli e Barillà: 2 a 0 Monza (pt)

L’ex Manchester City, all’esordio in cadetteria, apre le marcature al 4’: Anderson sfiora il pari e Belec tiene a galla i granata prima del raddoppio del centrocampista al 45’.

Alfonso Maria Tartarone

MONZA-SALERNITANA 2-0

MONZA. Di Gregorio, Donati, Bellusci, Bettella, Carlos Augusto, Frattesi, Barberis, Barillà, Boateng, Balotelli, Mota Carvalho. A disp.: Lamanna, Sommariva, D’Errico, Scaglia, Armellino, Maric, Colpani, Paletta, Lepore, Marin, Pirola. All.: Brocchi.
SALERNITANA. Belec, Aya, Gyombér, Mantovani (34’ Kupisz), Casasola, Schiavone, Di Tacchio, Anderson, Lopez, Djuric, Tutino. A disp.: Adamonis, Bogdan, Capezzi, Veseli, Dziczek, Iannoni, Antonucci, Cicerelli, Giannetti, Gondo. All.: Castori.
MARCATORI. 4’ Balotelli, 45’ Balotelli.
ARBITRO. Sacchi di Macerata.
NOTE. Ammoniti: Gyomber, Djuric; calci d’angolo: 3-2; minuti di recupero: 1’ pt.

Salernitana colpita da Balotelli e Barillà 2 a 0 Monza. L’ex Manchester City, all’esordio in cadetteria, apre le marcature al 4’: Anderson sfiora il pari e Belec tiene a galla i granata prima del raddoppio del centrocampista al 45’. IL PRIMO TEMPO. Scocca il quarto giro di lancette, retroguardia granata troppo morbida e traversone perfetto di Mota Carvalho per il comodo piatto di Balotelli. Brianzoli avanti. Pochi minuti più tardi, invece, faccia a faccia tra vecchi compagni della formazione Primavera dell’Inter. In evidente posizione di fuorigioco, il numero quarantacinque pensa bene di dribblare Belec e gonfiare la rete: il numero uno granata gli rifila un calcetto, l’ex Milan opta per una plateale caduta e nemmeno l’arrivo dell’arbitro Sacchi rende più tenere l’abbraccio successivo. Campani alle strette e non reattivi in zona mediana. Boateng, praticamente dal dischetto del rigore, mette a dura prova i riflessi del portiere sloveno. I padroni di casa raddoppiano anche ventesimo, ma la posizione di Balotelli (dopo il tocco di Frattesi) è irregolare. Si fa viva anche la formazione di Castori con Casasola: tutto da rifare. Errore in zona nevralgica dei lombardi. Tutino, in versione di assist-man, per lo stacco aereo di Djuric che viene incredibilmente vanificato dal destro fuori misura di Anderson a pochi centimetri dalla linea bianco di porta. Da rivedere l’intervento di Bellusci nel cuore dell’area di rigore sul centravanti bosniaco. Ripartenza brianzola al minuto trenta, sassata di Boateng dal limite e super intervento del solito e attento Belec. Salernitana alle corde. Ancora l’estremo difensore a dire di no alla conclusione a giro di Mota Carvalho (già pronto ad esultare). Meglio modificare l’undici titolare. Esce Mantovani, entra Kupisz. I granata si scaldano. Missile di Di Tacchio, deviazione decisiva di Di Gregorio, e dal seguente tiro dalla bandierina è nuovamente il numero uno biancorosso ad evitare il facile tocco di Tutino. Nel finale di prima frazione si rifà sotto il Monza. Frattesi trova sulla sua strada l’eccellente pipelet campano. Ottima chance anche per Tutino, mancino debole. Allo scoccare del quarantacinquesimo prodezza di Boateng, cross proprio di Frattesi e due a zero firmato Barillà.

No Signal Service
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.