Pizzeria Betra Salerno

Salernitana, che occasione!

Dopo il pari del Benevento, i granata possono tornare a -2

Nicola Roberto

Il Barletta sfiora l’impresa al Vigorito, subendo al 91′ il gol con cui il solito Eusepi (16 per lui in campionato, a proposito dell’importanza di avere un centravanti infallibile in area di rigore) ha evitato al Benevento la seconda sconfitta interna stagionale.

Gli stregoni di Brini non sono riusciti a bissare il successe casalingo di una settimana prima contro il Melfi, ma si confermano abbonati alla zona Cesarini. Diverse volte in questa stagione hanno conquistato punti pesanti proprio in prossimità del fischio finale. Ora il vantaggio sulla Salernitana è di cinque punti.

Si tratta di un dato momentaneo perchè questo pomeriggio (14.30) i granata di Menichini scenderanno in campo al Giraud contro un Savoia sferzato dal vento della crisi societaria e della contestazione della tifoseria. In palio tre punti che, se erano indispensabili alla vigilia, ora diventano vitali alla luce del mezzo passo falso interno del Benevento.

La Salernitana deve sfatare il tabù Savoia visto che non vince un derby in trasferta con gli oplontini da oltre settant’anni, ma anche rompere un sortilegio che non la vuole quasi mai vittoriosa nelle gare giocate conoscendo già il risultato del Benevento.

A sei giorni dallo scontro diretto dell’Arechi, la truppa di Menichini, che oggi sarà seguita da 500 tifosi, non può commettere errori. La vittoria è l’unico risultato possibile. Sarà per questo che il tecnico ha deciso di potenziare la prima linea con l’inserimento di Mendicino accanto a Calil e Nalini e schierare i diffidati Trevisan e Pestrin.

Niente calcoli e niente errori. Ora si fa tremendamente sul serio.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.