Pizzeria Betra Salerno

Salernitana-Casertana 1-1. Pubblico record e festa in campo

Al rigore di Negro risponde Mancosu. Pestrin salterà la Supercoppa

Roberta Sironi

SALERNITANA – CASERTANA 1-1
SALERNITANA (4-3-3): Gori; Tuia, Lanzaro, Bocchetti (1’st Trevisan) Franco; Favasuli, Pestrin, Moro; Negro (28’st Mendicino), Cristea, Gabionetta (42’st Perrulli). A disp.: Esposito, Bovo, Calil, Grillo. All.: Menichini.
CASERTANA (4-2-3-1): Fumagalli; Idda, Mattera, Murolo, Bianco (34’st Carrus); Marano, Rajcic; Caccavallo (26’st Cunzi), Mancosu, Mancino (22’st Diakitè); Cissè. A disp.: D’Agostino, Tito, Antonazzo, Agodirin. All.: Campilongo.
Arbitro: Vesprini di Macerata.
Reti: 11’st Negro su rigore (S), 36’st Mancosu (C).
Ammoniti: Pestrin (S), Caccavallo (C), Marano (C).
Espulsi 15’st Rajcic (C) e 17’st Cristea (S) per reciproche scorrettezze.
Note: pomeriggio nuvoloso, terreno in ottime condizioni. Angoli: 1-2. Recuperi: 2’pt, 4’st. Spettatori: 21755 compresi abbonati per incasso non comunicato.
La Salernitana saluta la Lega Pro pareggiando 1-1 con la Casertana davanti ai 21.755 dell’Arechi. Pubblico record, coreografie spettacolari ed un tifo mozzafiato hanno reso indimenticabile quest’ultima giornata di campionato. Con la serie B già in tasca sono stati proprio i tifosi di fede granata i veri protagonisti dell’attesissimo derby. Sfilata di vip in tribuna. Dai patron Lotito e Mezzaroma agli ex di lusso, su tutti Arturo Di Napoli e Mauro Milanese. Per l’ultimo appuntamento stagionale Menichini deve rinunciare all’acciaccato Calil, che si accomoda in tribuna. In campo, dal primo minuto, Cristea in avanti con Gabionetta e Negro. Ed è proprio l’ex della Nocerina a sbloccare il risultato su calcio di rigore al 57′. La gara s’infiamma e dopo pochi minuti Rajcic e Cristea vengono espulsi per reciproche scorrettezze. La Casertana non ci sta a fare da passiva spettatrice della festa granata e all’81’ pareggia i conti con Mancosu, che con una spettacolare rovesciata realizza il gol dell’1-1. Al triplice fischio tutto lo stadio canta “Vattene Amore”, mentre al centro del campo fervono i preparativi per la festa del dopo-gara con dirigenza e calciatori al completo. La Lega Pro è in archivio. Adesso è tempo di festeggiare in attesa del prossimo impegno di SuperCoppa. La Salernitana si presenterà all’appuntamento senza lo squalificato Pestrin.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.