Taste - Sapori Mediterranei
No Signal Service

Salernitana, basta Djuric per continuare a sognare (1-0)

Al 90'. La rete del bosniaco condanna il Livorno dell'ex Breda. Granata quarti in attesa di Crotone-Pescara ed il big match del giorno 29 a Frosinone

Alfonso Maria Tartarone

SALERNITANA-LIVORNO 1-0

SALERNITANA. Micai, Aya, Billong, Jaroszynski, Kiyine, Capezzi (79′ Karo), Dziczek, Maistro (63′ Di Tacchio), Lopez, Jallow, Djuric (63′ Gondo). A disp.: Vannucchi, Migliorini, Giannetti. All.: Ventura
LIVORNO. Zima, Boben, Silvestre, Bogdan, Morganella (46′ Ferrari), Delprato, Luci, Rocca, Agardius (74′ Porcino), Rizzo (58′ Marsura); Marras. A disp.: Ricci, Maire Sainte, Coppola, Murilo, Trovato, Ferrari, Simovic, Awua, Seck. All.: Breda
MARCATORE. 6′ Djuric.
ARBITRO. Di Martino di Teramo.
NOTE. Spettatori: 7.003; ammoniti: Marras, Dziczek, Rocca, Maistro, Gondo; calci d’angolo: 1-2; minuti di recupero: 1′ pt e 5′ st.

Salernitana, basta Djuric per continuare a sognare. La rete del bosniaco condanna il Livorno dell’ex Breda. Granata quarti in attesa di Crotone-Pescara ed il big match del giorno 29 a Frosinone. LA PARTITA. Sesto giro di lancette, al primo affondo i padroni di casa timbrano il cartellino. Traversone di Lopez, l’estremo difensore toscano Zima buca l’intervento e Djuric tocca comodamente di testa per il punto dell’uno a zero. L’undici di Breda? Tanto possesso palla, anche prima dello svantaggio, e niet’altro. Prosegue lo show personale dell’ex Ternana. Sgroppata centrale, due avversari saltati e mancino alto sulla traversa. I granata controllano senza particolari affanni e da calcio piazzato, stacco aereo di Aya, sfiorano il raddoppio. Superato il trentesimo, ancora un cross quasi letale per gli amaranto. Parabola insidiosa di Kiyine, il numero uno ospite non trattiene ed il cecchino bosniaco (a botta sicura) trova la ribattuta del direttore marcatore. Tocca a Dziczek dalla distanza, mira da registrare. Pochi minuti al duplice fischio. Si fa vivo anche il Livorno. Marras mette il turbo, ma sul più bello deve accontentarsi di un tiro dalla bandierina. Al via la ripresa. Breda cambia immediatamente. Fuori Morganella, dentro Ferrari. Ripartenza toscana (dopo l’angolo mal gestito dai padroni di casa), l’ex Pescara scappa via, rientra sul destro ma spedisce sul fondo. Salernitana in eccessiva fase di relax. Ci riprova la formazione ospite. Tiro-cross del nuovo entrato, Micai rimedia in due tempi. Padroni di casa in affanno. Ventura medita un doppio cambio. Il talento di Kiyine, però, prova a far cambiare idea al proprio allenatore. Fuga centrale e destro respinto, con più di un grattacapo, da Zima. Cambiano pelle i granata (63′). Sotto la doccia Maistro e Djuric. Sul terreno di gioco Di Tacchio e Gondo. Sempre il marocchino in velocità, ignorato Dziczek e palla lunga per Jallow. Sponda di Gondo per Capezzi: il raddoppio è ancora rinviato. Ad un passo al novantesimo, la Salernitana spreca nuovamente il punto del due a zero. Galoppata di Gondo e pallonetto molto fuori misura. Risponde il solito Marras, sul fondo per questione di centimetri. Cinque di recupero e tre punti in cascina.

No Signal Service
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.