Pizzeria Betra Salerno

Salernitana, al Menti per tornare a sorridere

Ventura punta su Kiyine mezzala, Caserta cambia e passa al 4-2-3-1. Entrambi i trainer: "Sarà un match importante"

Carmine Raiola

Le probabili formazioni

JUVE STABIA (4-2-3-1)

Russo; Vitiello, Troest, Tonucci, Germoni; Calò, Calvano; Canotto, Mallamo, Melara; Forte.

All. Caserta

 

SALERNITANA (3-5-2)

Micai; Karo, Migliorini, Jaroszynski; Cicerelli, Akpa Akpro, Di Tacchio, Kiyine, Lopez; Jallow, Djuric.

All. Ventura

 

Il match

Mancano poche ore e poi sarà Juve Stabia-Salernitana. Il derby del “Menti” metterà di fronte due compagini alla ricerca di una vittoria per obiettivi differenti, le Vespe a caccia di punti per allontanarsi dalle zone “rosse” della classifica ed i granata che vogliono ritrovare il successo fuori casa dopo tre sconfitte, così da migliorare la posizione in graduatoria. Importanti saranno, dunque, le scelte dei due mister. Partiamo dai padroni di casa. La Juve Stabia di Fabio Caserta dovrebbe schierarsi con il 4-2-3-1 e non con il 4-3-3 ipotizzato da Ventura, o il 4-4-2 utilizzato contro il Benevento. In porta Russo, quartetto difensivo formato da Troest e Tonucci al centro, con Vitiello sulla fascia destra e Germoni sul versante opposto. La coppia di centrocampo dovrebbe essere formata dall’interessante Giacomo Calò ed uno tra Calvano e Davide Di Gennaro, con il secondo in iniziale svantaggio nel ballottaggio contro l’ex Hellas. Il terzetto alle spalle dell’unica punta ( che dovrebbe essere il rientrante Forte ma occhio a Cissè) potrebbe veder agire Canotto al fianco di Mallamo e Melara, anche se quest’ultimo è ancora in forse vista la concorrenza di Elia. Il trainer stabiese dovrà fare a meno dello squalificato Addae e degli infortunati Mastalli, Izco e Carlini, come detto l’ex Di Gennaro potrebbe non partire titolare proprio come l’altro ex granata Alessandro Rossi.  La Salernitana, invece, dovrebbe schierarsi a meno di sorprese dell’ultimo minuto con il consueto 3-5-2. In porta l’inamovibile Micai, difesa a tre composta da Karo sul centro-destra, l’ex Migliorini centrale e Jaroszynski sul centro-sinistra. La novità per il match dello stadio “Menti” è sulla fascia sinistra, dove non dovrebbe esserci Sofian Kiyine ma Walter Lopez, sul versante opposto Cicerelli potrebbe ritornare titolare ma deve prima battere la concorrenza di Cristiano Lombardi. In mediana Di Tacchio che ai suoi lati avrà proprio Kiyine ( giocherà quindi da mezzala) sul centro-sinistra ed Akpa Akpro sul centro-destra, la coppia offensiva dovrebbe essere composta da Djuric e Lamin Jallow, ma nel corso della conferenza stampa lo stesso Ventura ha voluto ribadire che ” A parte quello di Karo, che forse è l’unico ruolo chiuso, gli altri sono tutti aperti al cambiamento”, dunque cambiamenti a pochi minuti dall’inizio del match non sono delle ipotesi da scartare. Ventura per il derby recupera Billong, ma dovrà fare ancora a meno di Herteaux, Cerci, Mantovani, Dziczek ed anche di Marco Firenze. Alla vigilia del match, entrambi i mister hanno detto la loro sul derbi dello stadio “Menti”. Fabio Caserta ha definito quella contro la Salernitana ” una partita che non è come le altre, nella quale proveremo a far gioire i nostri supporter provando a disputare un ottimo match”, Ventura è dello stesso avviso del collega e sottolinea:”Il derby è una partita fondamentale e dobbiamo,quindi, dare una risposta altrettanto importante”. I due trainer hanno elogiato la squadra avversaria, l’allenatore stabiese infatti pensa che i granata siano “una squadra da non sottovalutare, costruita per le zone alte della graduatoria” mentre il trainer genovese sostiene che ” le Vespe hanno alcuni giocatori importanti per la categoria dai valori tecnici alti”. Al Menti la Salernitana sarà seguita da 250 tifosi. Tutto pronto quindi per un derby che, nel bene o nel male, potrà essere un crocevia importante per entrambe le squadre in campo.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.