Taste - Sapori Mediterranei
No Signal Service

Salernitana alla ribalta con Gondo, 3 a 2 al Crotone

Accade di tutto all'Arechi. Pitagorici avanti con Golemia, espulso al 29'. Nella ripresa il sorpasso granata con Jallow e l'ex viola, l'autorete di Jaroszynski ed ancora l'ivoriano (94') a centrare il bersaglio. Al 96' la traversa di Marrone

Alfonso Maria Tartarone

SALERNITANA-CROTONE 3-2 (0-1)

SALERNITANA. Micai, Karo, Migliorini, Jaroszynski, Lombardi, Akpa Akpro (82′ Akpa Akpro), Dziczek, Di Tacchio (62′ Kiyine), Cicerelli (56′ Jallow), Djuric Gondo. A disp.: Vannucchi, Billong, Lopez, Odjer, Firenze, Kalombo, Pinto. All.: Ventura.
CROTONE. Cordaz, Golemic, Marrone, Gigliotti, Molina, Messias, Barberis, Crociata (77′ Gomelt), Mustacchio (34′ Cuomo), Nalini (55′ Mazzotta), Vido. A disp.: Festa, Curado, Spolli, Vido, Bellodi, Itrak, Rodio, Evan’s, Rutten. All.: Stroppa.
MARCATORE. 14′ Golemic, 64′ Jallow, 74′ e 94′ Gondo, 86′ Jaroszynski (aut.)
ARBITRO. Aureliano di Bologna.
NOTE. Spettatori: 5.019; espulso: 29′ Golemic; ammoniti: Mustacchio, Lombardi, Di Tacchio, Simy, Barberis, Jaroszynski; calci d’angolo: 6-7; minuti di recupero: 2′ pt e 5′ st.

Salernitana alla ribalta con Gondo, 3 a 2 al Crotone. Accade di tutto all’Arechi. Pitagorici avanti con Golemia, espulso al 29′. Nella ripresa il sorpasso granata con Jallow e l’ex viola, l’autorete di Jaroszynski ed ancora l’ivoriano (94′) a centrare il bersaglio. Al 96′ la traversa di Marrone. LA PARTITA. Al terzo giro di lancette, nel cuore dell’area di rigore, Messias litiga clamorosamente con la sfera. Ripartenza avversaria, angolo, testa di Djuric e tocco per l’uno a zero (in fuorigioco) di Gondo. Tutto da rifare. Protagonisti, innescati dal calcio piazzato di Dziczek, l’ex viola e Akpa Akpro: torsione aerea e mezza girata del belga che non trova compagni pronti alla deviazione vincente. Ancora il palacco da fermo, Gondo colpisce la parta superiore della traversa. Tredicesimo, pitagorici pericolo dalla bandierina (complice l’uscita a vuoto di Micai). Nemmeno sessanta secondi ed il numero di casa ci ricasca. Golemic, però, non perdona con una “testata” facile facile. Si rianimano i campani al 25′. Lombardi, in versione Alberto Tomba e ad un passo da Cordaz, viene frenato da Molina. Rigore? Per Aureliano nulla d’irregolare. Ventinovesimo, cambia il match. Rosso diretto all’autore del gol per fallo da ultimo uomo, secondo il direttore di gara, sul lanciato Gondo. Calabresi in dieci. Destro a giro di Cicerelli, fuori di un niente. Stroppa corre ai ripari. Sotto la doccia il già ammonito Mustacchio, dentro Cuomo. Chi ci prova tra le fila della Salernitana? Il solo Lombardi, mancino e super deviazione dell’estremo difensore del Crotone. Si riparte. Da segnalare, però, c’è solo l’ingresso sul manto erboso di Jallow per Cicerelli. Anzi, al 58′ è Crociata (chirurgico l’assist di Mazzotta) a fallire il raddoppio a tu per tu con Micai. Chi sbaglia paga? Purtroppo no, Gondo non inquadra lo specchio della porta. Discesa di Lombardi e piatto destro corto per l’ex Cesena pronto a firmare il pari. Giro di lancette sessantaquattro: il gambiano, approfittando del colpo di testa di Karo, non sbaglia a pochi passi dalla linea bianca di porta. Parità. Il forcing granata non è preciso, ma sicuramente più incisivo. Ed al 74′, cross al bacio di Dziczek, Gondo (con dedica speciale al papà) gonfia la rete con una splendida torsione aerea. La Salernitana ribalta il punteggio. Alla compagine di Ventura piace complicarsi la vita. Calcio da fermo per i ragazzi di Stroppa, Jaroszynski anticipa Simy ma con il pallone che termina la sua corsa alle spalle di Micai: 2 a 2. Non mollano i padroni di casa. Ancora un calcio piazzato, la testa è sempre quella dell’ex Primavera della Fiorentina. Doppietta e tre a due finale. Non prima, però, dell’ultimo brivido: la traversa di Marrone al 51′.

No Signal Service
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.