Taste - Sapori mediterranei
Pizzeria Betra Salerno

Salernitana e Chievo, pari in tutto (1-1)

I 90' dell'Arechi. Kiyine dagli undici metri risponde a Djordjevic. Nella ripresa, nel giro di pochissimi minuti, cartellino rosso sventolato a Pina e l'ex gialloblu. Sfuma l'opportunità di agguantare l'Ascoli in vetta

Alfonso Maria Tartarone

SALERNITANA-CHIEVO VERONA 1-1

SALERNITANA. Micai, Karo, Migliorini, Jaroszynski, Cicerelli, Odjer, Di Tacchio, Maistro (44′ st Firenze), Kiyine, Djuric, Giannetti. A disp.: Vannucchi, Lopez, Cerci, Gondo, Kalombo, Morrone, Pinto, Dziczek. All.: Ventura.
CHIEVO VERONA. Semper, Dickmann, Leverbe, Cesar, Frey, Henrique, Obi (33′ st Esposito), Segre, Vignato (16′ st Garritano), Djordjevic, Meggiorini (33′ st Bertagnoli). A disp.: Caprile, Nardi, Cotali, Pucciarelli, Rigione, Rodriguez, Brivio, Rovaglia, Colley. All.: Marcolini.
MARCATORI. 29′ Djordjevic, 34′ Kiyine
ARBITRO. Volpi di Arezzo.
NOTE. Spettatori: 7513, 5 provenienti da Verona; espulso: 76′ Pina e 81′ Kiyine per doppia ammonizione; ammoniti: Kiyine, Karo, Cicerelli, Obi, Segre, Leverbe, Jaroszynski; calci d’angolo: 4-2; minuti di recupero: 3′ pt e 5′ st.

Salernitana e Chievo, pari in tutto. Kiyine dagli undici metri risponde a Djordjevic. Nella ripresa, nel giro di pochissimi minuti, cartellino rosso sventolato a Pina e l’ex gialloblu. Sfuma l’opportunità di agguantare l’Ascoli in vetta. LA PARTITA. Fase di studio iniziale ed i clivensi, sopratutto con Meggiorini, premono il piede sull’acceleratore. L’ex Inter, a tu per tu con Micai dopo una ottima sponda di Djordjevic, non gode del suo miglior mancino ed il numero uno devia in angolo di piede. Nessuna risposta da parte dell’undici di Ventura (un po’ come già accaduto affrontando il Trapani). La supremazia territoriale dei ragazzi di Marcolini è premiata al giro di lancette ventinove. L’assistenza è del più in palla, Meggiorini, mentre la conclusione vincente a giro è della vecchia conoscenza della Lazio. Trascorrono appena cinque minuti, la Salernitana si rimbocca le maniche , contatto in area di rigore Obi-Giannetti e calcio di rigore (generoso?) assegnato ai padroni di casa. Trasforma l’ex Kiyine. Ci riprova la compagine campana nel finale, Cicerelli manca l’ultimo passaggio e Djuric di testa manca il bersaglio grosso. Al via la ripresa. Affondo dei granata, respinta con i pugni di Semper su cross di Cecerelli e bordata di Maistro che fa gridare al vantaggio. E’ la volta di Odjer, servito da Djuric, al decimo: ancora l’estremo difensore clivense a dire di no. Corre ai ripari Marcolini. Più qualità con Garritano. Le forze, intanto, vanno scemando. L’ex Catania, a poco più di quindici giri di lancette dalla conclusione, tenta la conclusione dalla lunga distanza senza fortuna. La svolta del match? Il secondo giallo sventolato a Pina (77′): Chievo in inferiorità numerica. Kiyine, però, pensa bene di non creare problemi agli avversari. Calcetto ingenuo e rosso. Dieci contro dieci per i minuti finali. Tanta confusione e poco altro prima del triplice fischio di chiusura.

Taste - Sapori mediterranei
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.