Pizzeria Betra Salerno

Salernitana, doppio Jallow e prodigio di Giannetti: Pescara affondato (3-1)

I 90' dell'Arechi. Esordio vincente in campionato per Ventura. Il gambiano ed il bomber senese rendono vano il momentaneo pareggio dell'ex napoletano Campagnaro nella ripresa

Alfonso Maria Tartarone

SALERNITANA-PESCARA 3-1 (1-0)

SALERNITANA. Micai, Karo, Migliorini, Jaroszinsky, Cicerelli, Akpa Akpro (40′ st Odjer), Di Tacchio, Firenze (14′ st Maistro), Kiyine, Jallow (35′ st Djuirc), Giannetti. A disp.: Russo, Vannucchi, Carillo, Lopez, Kalombo, Morrone, Calaiò, Musso. All.: Ventura.
PESCARA. Fiorillo, Balzano, Bettella, Campagnaro, Del Grosso, Busellato (25′ st Ventola), Bruno, Memushaj, Galano, Tumminello (38′ st Di Grazia), Brunori (46′ st Maniero). A disp.: Kastrati, Cisco, Ciofani, Maniero, Palmiero, Ndiaye, Zappa, Borrelli, Kastanos, Cipolletti. All.: Zauri.
MARCATORI. 36′ Jallow, 9′ st Campagnaro, 37′ st Jallow, 39′ st Giannetti.
ARBITRO. Rapuano di Rimini.
NOTE. Spettatori: 8.931; ammoniti: Balzano, Brunori, Firenze, Karo; calci d’angolo: 4-5; minuti di recupero: 3′ pt e 5′ st.

Salernitana, doppio Jallow e prodigio di Giannetti: Pescara affondato all’Arechi (3-1). Esordio vincente in campionato per Ventura. Il gambiano ed il bomber senese rendono vano il momentaneo pareggio dell’ex napoletano Campagnaro nella ripresa. LA PARTITA. Lunga fase di studio prima che i padroni di casa riescano a metter pressione agli avversari. Dal settimo al nono giro di lancette ci provano Akpa Akpro, tocco di testa con deviazione di Fiorillo e sfera che rimbalza sulla parte alta della traversa, e Kiyine, calcio piazzato centrale. Il match inizia a farsi spigoloso. Jallow e Balzano, con qualche calcetto di troppo, non si lasciano con un sorriso. Granata ancora avanti al quindicesimo. Destro del centrocampista francese e respinta plastica dell’estremo difensore abruzzese. Protagonista nuovamente l’ex Chievo, fucilata dalla distanza e piede provvidenziale del solito numero uno del Pescara. Nulla da segnalere per l’undici di Zauri. Tanto possesso palla e poco altro. Al minuto 23 è tempo di “time-out”: il caldo di agosto non risparmia i ventidue contendenti sul manto erboso dell’Arechi. Si riprende, la Salernitana attende il momento giusto per colpire ed al 36′ il vantaggio si concretizza. Traversone di Jaroszinsky e spizzata aerea (quasi impercettibile) di Jallow per il punto dell’uno a zero. I delfini non reagiscono ed i campani sfiorano anche il raddoppio. Chirurgica punizione di Ferenze ed il raddoppio s’infrange sul legno a pochi attimi dal duplice fischio di chiusura. Si riparte. Ai granata bastano tre giri di lancette per andare ancora vicino al gol del due a zero. Kiyne da fermo scodella nel cuore dell’area di rigore, colpo di testa a botta sicura di Giannetti e manona aperta di Fiorillo in angolo. Il Pescara è vivo. Mancino di Galano, Migliorini fa muro. I ragazzi di Zauli prendono coraggio, la Salernitana si rilassa ed al nono è parità (immeritata). Calcio piazzato di Memushaj, inserimento dell’ex Napoli Campagnaro e “testata” (indisturbata) con Micai beffato sul primo palo. Tornano a spingere i padroni di casa. Pochi minuti e l’accoppiata Giannetti, girata aerea smorzata dal tocco del diretto marcatore, Kiyine, sinistro fuori bersaglio dopo un ottimo slalom, sfiora il nuovo vantaggio. Sosta forzata per refrigerarsi al 23′. Le batteria sembrano scariche. Da una parte e dall’altra. E’ il momento del singolo per cercare di risolvere la contesa. Il piede educato dell’ex Chievo, a quindici minuti dal termine, manca il colpaccio per questione di mellimetri. Al 37′, però, il forcing granata riesce a fornire i frutti sperati. Piatto di Maistro, assistito da Akpa Akpro, prodigio di Fiorillo: la sfera giunge a Jallow, un rimpallo lo favorsice ed il diagonale di prima intenzione è vincente. Giusto il tempo di rimboccarsi le maniche (120 secondi per la precisione) e Gianetti, controllo e mancino prodigioso (che toglie le classiche ragnatele dal sette del portiere abruzzese), affondano definitivamente il Pescara. E’ finita, applausi per tutti.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.