Taste - Sapori Mediterranei
No Signal Service

Salernitana, diavolo di un Foggia: 2 a 0 (pt)

I 45' dello "Zaccheria". Gregucci cambia (out Lopez e Djuric), la sostanza no. Granata sotto, i satanelli dell'ex Grassadonia a segno con Deli ed il rigore di Greco. Spettro play-out: Livorno 3 punti dietro

Alfonso Maria Tartarone

FOGGIA –SALERNITANA 2-0

FOGGIA. Leali, Martinelli, Billong, Ranieri, Gerbo, Busellato, Greco, Deli, Kragl, Mazzeo, Iemmello. A disp.: Noppert, Boldor, Loiacono, Ngawa, Arena, Zambelli, Chiaretti, Cicerelli, Di Masi, Cavallini, Galano, Matarese. All.: Grassadonia.
SALERNITANA. Micai, Mantovani, Migliorini, Pucino, Casasola, Akpa Akpro, Minala, Odjer, Memolla, Mazzarani, Jallow. A disp.: Vannucchi, Lazzari, Gigliotti, D. Anderson, Vuletich, Rosina, Di Tacchio, Schiavi, Volpicelli, Orlando, A. Anderson, Calaiò. All.: Gregucci.
MARCATORI. 16’ Deli, 19’ Greco (rig.).
ARBITRO. Ros di Pordenone.
NOTE. Ammoniti: Migliorini, Akpa Akpro, Greco; calci d’angolo: 2-3; minuti di recupero: 0‘ pt.

Salernitana, diavolo di un Foggia: 2 a 0 (pt). Gregucci cambia (out Lopez e Djuric), la sostanza no. Granata sotto, i satanelli dell’ex Grassadonia a segno con Deli ed il rigore di Greco. Spettro play-out: Livorno 3 punti dietro. IL PRIMO TEMPO. Ci si gioca la sopravvivenza cadetta allo “Zaccheria”. Tensione alle stelle. A pagarne le conseguenze, trascorsi appena centoventi secondi, è Migliorini: cartellino giallo. Dieci giri di lancette e ancora nessuna conclusione verso lo specchio della porta. Da una parte e dell’altra. Minuto tredici. Ci prova lo specialista Kragl (calcio piazzato), mancino deviato in angolo. I padroni di casa iniziano a spingere. Ed il copione, purtroppo per i granata, cambia completamente. Uno-due micidiale nel giro di tre giri di lancette (16’ e 19’). Mazzeo assiste Iemmello, botta (non irresistibile) di prima intenzione, Micai non blocca e Deli (corteggiato in estate da Fabiani) porta avanti i rossoneri. Pacchetto arretrato campano alle corde come un pugile stordito. Ranieri entra in area di rigore con disarmante facilità, trattenuta evidente di Akpa Akpro e undici metri di felicità targati Grego. Venticinquesimo, doppio sussulto della Salernitana da calcio piazzato e bandierina. Pucino e Casasola, però, non inquadrano la porta avversaria. Azioni manovrate dell’undici di Gregucci? E’ necessario attendere il 42’. Casasola azione il turbo, velo di Jallow, passo di “danza” di Mazzarani e miracolo di Leali.

No Signal Service
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.