Taste - Sapori mediterranei
Pizzeria Betra Salerno

Salernitana a picco, Spezia a mille: 2 a 1

I 90' in Liguria. Djuric porta in vantaggio i granata sul finire del primo tempo. Nella ripresa pareggia Mora e ribalta il punteggio Gyasi (appena entrato) al 94'. Cinque i punti che dividono play-out e campani: a secco di successi da 450'.

Alfonso Maria Tartarone

SPEZIA-SALERNITANA 2-1 (0-1)

SPEZIA. Lamanna, Vignali, Terzi, Capradossi, Augello, Bartolomei (79′ Maggiore), Ricci, Mora, Da Cruz, Galabinov, Bidaoui (38′ Pierini; 91′ Gyasi). A disp.: Manfredini, Barone, Brero, Crivello, Ligi, De Col, De Francesco. All.: Marino.
SALERNITANA. Micai, Pucino,Mantovani, Migliorini, Memolla, Casasola, Akpa Akpro, Di Tacchio, Jallow (59′ D. Anderson), Rosina (88′ Odjer), Djuric (78′ Vuletich). A disp.: Vannucchi, Lazzari, Gigliotti, Minala, Orlando, A. Anderson, Perticone, Mazzarani. All.: Gregucci.
MARCATORI. 43′ Djuric, 58′ Mora, 94′ Capradossi
ARBITRO. Di Martino di Teramo.
NOTE. Spettatori: 5.040, 174 provenienti da Salerno; ammoniti: Akpa Akpro, Jallow, Mora; angoli: 1-6; minuti di recupero: 1′ pt e 5′ st.

Salernitana a picco, Spezia a mille: 2 a 1. Djuric porta in vantaggio i granata sul finire del primo tempo. Nella ripresa pareggia Mora e ribalta il punteggio Gyasi (appena entrato) al 94′. Cinque i punti che dividono play-out e campani: a secco di successi da 450′. LA PARTITA. Sei giri di lancette ed in padroni di casa provano a spaventare l’oramai fragile pacchetto arre trato avversario. Bidaoui avanza indisturbato sino al limite dell’area di rigore, assistenza per Da Cruz che da ottima posizione non inquadra lo specchio della porta. Dei granata, nonostante la buona volontà, ancora nessuna notizia dalle parti di Lamanna. Al minuto sedici sono nuovamente i bianconeri a tentare di imboccare la via della rete. Anche il tentativo di Bartolomei, però, non è assistito dalla precisione. Poco più tardi è decisiva, a centimetri dal dischetto, la deviazione di Migliorini su tocco a botta sicura del centrocampista ligure. La prima conclusione della formazione campana? Da calcio piazzato, affidato a Rosina (26′): il numero uno aquilotti respinge. Rispetto ad una fase offensiva sterile c’è da premiare l’organizzazione difensiva della compagine schierata da Gregucci. Tutti chiusi, infatti, gli spazi per Galabinov e compagnia. Marino sul finire del tempo è anche costretto a rinunciare a Bidaoui a causa di un problema muscolare. Dentro Pierini. Scossa granata. Casasola serve Djuric, destro alto sulla traversa. Giro di lancette 43. La lampadina accessa è quella di Rosina: mancino dolce per la perfetta incornata del centravanto bosniaco. Uno a zero Salernitana. Tanto Spezia (agonisticamente parlando) ad inizio secondo tempo. L’azione migliore, però, passa attraverso i piedi di Jallow: destro deviato in angolo. Liguri in affanno. A cambiare volto alla contesa è la classica punizione. Minuto 58, Galabinov stacca di testa e Mora (tenuto in gioco da Djuric) infila Micai con una goffa rovesciata. Gregucci cambia. Sotto la doccia l’ex cesenate, in campo D. Anderson. Ventunesimo. Gli aquilotti cercano di ribaltare il punteggio. Galabinov, sempre generoso, trova sulla propria strada il piede mancino dell’estremo difensore avversario. Brivido per i sostenitori campani. Offensiva tutta in velocità degli uomini di Marino: in tre lasciano passare Bartolomei, assist per l’ex Novara che deve fare i conti con il salvataggio in extremis di Pucino, pallone dalle parti di Pierini il cui destro di prima intenzione colpisce il palo esterno. Salernitana alle corde. Mora crossa ed ancora il nuovo entrato manca l’appuntamento con il gol quasi a porta sguarnita. Forze fresche in casa granata. Djuric lascia il posto a Vuletich. Due giri lancette al termine della contesa. Mora non è domo, bordata che sfiora l’incrocio. La “vecchia” bandiera della Spal mette lo zampino anche sul raddoppio spezzino (94′) siglato Capradossi con un piatto facile facile. Non c’è più tempo. Campani ancora ko.

Taste - Sapori mediterranei
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.