Assistenza computer salerno e provincia
Pizzeria Betra Salerno

Salernitana, altro che Picchio: arciere, gaucho e gambiano colpiscono l’Ascoli (1-3 pt)

La gara del "Del Duca". Piceni avanti al secondo giro di lancette con Ninkovic. Rimonta granata affidata a Calaiò, Casasola e Jallow

Alfonso Maria Tartarone

ASCOLI-SALERNITANA 1-3

ASCOLI. Milinkovic Savic, Laverone, Brosco, Padella, D’Elia, Cavion, Iniguez, Frattesi, Ninkovic, Ciciretti, Ganz. A disp.: Bacci, Scevola, Quaranta, Andreoni, Valentini, Rubin, Addae, Troiano, Baldini, Chajia, Rosseti, Beretta. All.: Vivarini.
SALERNITANA. Micai, Perticone, Migliorini, Gigliotti, Casasola, Minala, Di Tacchio, Lopez, Mazzarani, Jallow, Calaiò. A disp.: Vannucchi, Lazzari, Bernardini, Mantovani, Pucino, Schiavi, Odjer, Orlando, D.Anderson, Rosina, Djuric, Vuletich. All.: Gregucci.
MARCATORE. 3′ Ninkovic, 13′ Calaiò, 18′ Casasola, 39′ Jallow.
ARBITRO. Minelli di Varese.
NOTE. Ammonito: Lopez; angoli: 2-4; minuti di recupero: 0′ pt

Salernitana, altro che Picchio: arciere, gaucho e gambiano colpiscono l’Ascoli (1-3 pt). Piceni avanti al terzo giro di lancette con Ninkovic. Rimonta granata firmata Calaiò, Casasola e Jallow. IL PRIMO TEMPO. Al “Del Duca” è assordente il silenzio delle rispettive curve. Giusto il tempo di una disattenzione nella zona nevralgica del terreno di gioco, protagonista Migliorini, della compagine di Gregucci. I padroni di casa ripartono e centrano il bersaglio con Ninkovic, bravo nella circostanza a liberarsi della non ostica marcatura di Gigliotti. I granata non chinano il capo. Dodicesimo giro di lancette, azione d’angolo e la sfera vagante indovinate di chi è preda? Di un 37enne cecchino come pochi, Calaiò. Mancino al volo e pareggio campano. La Salernitana ci prende gusto dalle palle inattive. Trascorssono cinque minuti e sempre dalla bandierina, dopo la traversa colpita da Migliorini, colpisce di piatto Casasola per il sorpasso. Minala e compagnia gestiscono senza troppi grattacapi il due a uno. Tanta buona volontà e poco altro da parte dei piceni. Al trentesimo da rivere, su assist, un tocco sospetto in area di rigore ai danni dell’arciere del gol. Il tris è servito al 39esimo. L’argentino assiste e Jallow (sospetto tocco con il braccio sinistro) per ben due volte ha il tempo di mirare e trafiggere l’inerme Milinkovic Savic. I bianconeri sono al tappetto. Sul finire del tempo è Lopez, a tu per tu con l’estremo difensore marchigiano, a sfiorare il poker.

Assistenza computer salerno e provincia
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.