Assistenza computer salerno e provincia
Pizzeria Betra Salerno

Salernitana, che inforcata: Entella avanti in coppa (2-0)

Terzo turno della manifestazione tricolore. I diavoli liguri si regalano il Genoa con Currarino-Mota Carvalho. Granata sbiaditi: traversa di Casasola nella ripresa

Alfonso Maria Tartarone

ENTELLA SALERNITANA 2-0
ENTELLA (4-3-1-2). Paroni; Belli, Pellizzer, Benedetti, Cleur; Eramo, Di Paola (30′ st Paolucci), Nizzetto (35′ st Icardi), Currarino, Petrovic (25′ st Adorjan), Mota Carvalho. A disp.: Massolo, Siaulys, Crialese, Zigrossi, Puntoriere, Gerli, Ardizzone, Gatto, Diaw. All.: Boscaglia.
SALERNITANA (3-5-2). Micai; Mantovani, Schiavi, Gigliotti; Casasola, Odjer (6′ st Mazzarani), Palumbo, Castiglia, Vitale (17′ st Pucino) Vuletich (26′ st Volpicelli), Bocalon. A disp.: Russo, Vannucchi, Galeotafiore, Perticone, Akpa Akpro, Di Tacchio, Urso, Di Roberto, Orlando. All.: Colantuono.
MARCATORI. 2′ Currarino, 6′ Mota Carvalho.
ARBITRO. Pairetto di Nichelino. Assistenti: Schenone e Gori; IV uomo: Volpi.
NOTE. Ammoniti: Vitale, Castiglia, Palumbo, Currarino; minuti di recupero: 0′ pt e 3′ st

Salernitana, che inforcata dall’Entella. I granata, dopo l’uno due dei diavoli liguri con Currarino e Mota Carvalho ad inizio contesa, abbandonano la Coppa Italia al terzo turno. LA PARTITA. L’opportunità di raggiungere la vicina Genova (nel quarto turno della manifestazione tricolore, affrontando i rossoblu di Ballardini) rappresenta la giusta spinta per i padroni di casa. Centovento secondi ed i liguri (impegnati in Lega Pro) timbrano il cartellino della rete. Eramo conclude dalla distanza, sfera deviata e assist al bacio per Currarino che insacca alle spalle di Micai. La Salernitana è già il classico pugile stordito. Sesto giro di lancette, traversone di Nizzetto e Mota Carvalho (lesto ad anticipare Gigliotti) raddoppia con un preciso “piattone”. Dua a zero e qualificazione tutta in salita per la formazione di Colantuono. Al minuto undici i biancocelesti sfiorano il tris e sempre con lo scatenato cecchino portoghese. Il pacchetto arretrato granata, con Schiavi in testa, riesce ad evitare il peggio. Sessanta secondi arriva la reazione (sterile) dei campani. Ci prova Odjer, destro sopra la traversa. I ragazzi di Boscaglia vogliono chiudere il discorso qualificazione nella prima frazione di gioco, lo stacco aereo di Pellizzier non inquadra lo specchio della porta per questione di centimetri. La Salernitana fatica a gestir palla ed i liguri continuano a dettar legge. Mota Carvalho (21′) mette nuovamente i brividi a Micai: destro di poco fuori. Il portoghese, sempre lui e questa volta con un cross, rischia di centrare il bersaglio ma con l’aiuto involontario (deviazione) di Castiglia. Alza la testa l’undici campano. Vuletich ed Odjer, superato il trentesimo, non sono assistiti dalla fortuna nel tentare di accorciare le distanze con due interessanti conclusioni. L’argentino, a botta sicura (40′), deve fare i conti pure con l’ostacolo Benedetti e sulla ribattuta non è lesto ad approfittarne il connazionale Casasola. Primo tempo in archivioe e ripresa che ritrova l’Entella in avanti. A farla da padrone è il duo Currarino-Mota Carvalho. La mira, però, non è delle migliori. Forze fresce per Colantuono e la sua Salernitana che non punge. Dentro Mazzarani, fuori Odjer. Dalle parti di Paroni nulla da segnalare. Vuletich e Bocalon non appaiono nella serata ideale. Giro di lancette diciotto: tocca ad un difensore, Casasola, essere protagonista nel cuore dell’area di rigore avversaria. Il suo stacco aereo trova il guantone del numero uno ligure e la traversa. Secondo tempo meno vibrante. I padroni di casa controllano senza grossi affanni i tentativi dei campani. Dalla panchina l’ultimo tentativo di Colantuono. Spazio a Volpicelli, sotto la doccia Vuletich. Gli “assalti” finali? Passano attraverso i piedi di Pucino, Mazzarani e Casasola. Il gol resta una chimera. Come il passaggio del turno in coppa.

Assistenza computer salerno e provincia
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.