Assistenza computer salerno e provincia
Pizzeria Betra Salerno

Salernitana a picco, ko anche a Carpi (3-2)

La gara del "Cabassi". Terza sconfitta consecutiva per l'undici di Colantuono (la quarta nelle ultime cinque partite). A segno Pasciuti, Concas e Vano per i padroni di casa. Nei minuti finali i gol di Casasola e Rosina

Alfonso Maria Tartarone

CARPI-SALERNITANA 3-2 (1-0)

CARPI. Piscitelli, Pachonik, Sabbione, Poli, Pezzi, Concas (27′ st Buongiorno), Pasciuti (38′ st Mbaye), Di Noia, Jelenic, Machach, Arrighini (35′ st Vano). A disp.: Serraiocco, Suagher, Frascatore, Ligi, Romairone, Saric, Barnofsky, Piscitella, Mokulu. All.: Castori.
SALERNITANA. Micai, Perticone, Schiavi, Gigliotti, Casasola, Akpa Akpro (38′ st Palumbo), Di Tacchio, Mazzarani (16′ st Rosina), Vitale, Jallow (10′ st Bocalon), Djuric. A disp.: Vannucchi, Lazzari, D.Anderson, Pucino, Mantovani, Migliorini, Orlando, Castiglia, A.Anderson. All.: Colantuono
MARCATORI. 46′ Pasciuti, 15′ st Concas, 36′ st Vano, 41′ st Casasola, 44′ st Rosina
ARBITRO. Massimi di Termoli.
NOTE. Spettatori: 2.126; ammoniti: Akpa Akpro, Arrighini, Pezzi, Jelenic, Djuric; angoli: 4-8; minuti di recupero: 3′ pt e 4′ st.

Salernitana a picco, ko anche a Carpi (3-2). Terza sconfitta per i ragazzi di Colantuono (la quarta nelle ultime cinque partite). Pasciuti, Concas e Vano timbrano il cartellino del gol. Nei minuti finali le reti di Casasola e Rosina. LA PARTITA. Sono i padroni di casa a provare l’effetto sorpresa (ma senza particolare determinazione). Dalla parte opposta, giro di lancette sette, il traversone di Vitale non trova nessuno pronto alla deviazione decisiva. C’è poca convinzione da parte dei ventidue protagonisti sul rettangolo di gioco. La paura di perdere, vedi la classifica precaria dei biancorossi e le due ultime sconfitte consecutive per i granata, sembra prendere il sopravvento. Da segnalare, sino al minuto venti, una conclusione per parte: Di Noia non inquadra lo specchio della porta e Casasola scalda i guantoni di Piscitelli (per la prima parata del match). Si ripete la pedina argentina poco più tardi, tiro da dimenticare. L’undici di Colantuono, seppur non brillando, diviene padrone assoluto del campo. Tocca a Di Tacchio dalla distanza, mancino respinto. Sul finire del tempo scambio Jallow-Djuirc. L’ex centravanti del Cesena, titolare dopo lungo tempo, non impensierisce l’estremo difensore di mister Castori. Poi, quando meno te lo aspetti, ecco arrivare il vantaggio dei locali. E’ Pasciuti, con una girata al volo, a trovare l’angolo giusto per punire il portiere campano. La ripresa parte con un brivido. Mazzarani perde palla e Vitale rimedia su Machach, già in fuga verso il raddoppio. Nono giro di lancette, risponde la Salernitana. Sabbione contrasta in area di rigore Jallow, calcio di rigore? L’arbitro lascia proseguire. E’ l’ultima azione del gambiano, subentra Bocalon per cercare il pareggio. E’ il Carpi, però, a divorarsi il 2 a 0. Arrighini, a tu per tu con Micai, non controlla con fredezza la sfera consegnandola al pipelet granata. Campani al tappeto, minuto quindici. Jelenic assiste lo stacco aereo di Sabbione, con tocco risolutivo di Concas ad un passo dal palo, ed i padroni di casa raddoppiano. Colantuono crede nel recupero. Fuori Mazzarani, dentro l’estro di Rosina. Nemmeno la fortuna assiste Schiavi e compagnia. Vitale mette a dura prova i riflessi di Piscitelli, la ribattuta agevola Akpa Akpro e Rosina devia, a centimetri dall’ 1 a 2, sul fondo. Ancora un “giallo” in area biancorossa: possibile tocco di mano su sinistro del numero dieci. Il Carpi cala anche il tris. Vano, appena entrato (36′), fulmina Micai con un chirurgico diagonale. Magra consolazione per i campani, a quattro minuti dal novantesimo, con la rete della bandiera firmata Casasola. Mai dire mai nel calcio, Rosina fa 2 a 3 al 44′. Quattro giri di lancette per sperare nella rimonta. Scocca l’ora di Bocalon: colpo di testa, blocca l’estremo difensore di Castori. Nulla da fare, Salernitana ancora al tappeto.

Assistenza computer salerno e provincia
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.