Taste - Sapori mediterranei
Pizzeria Betra Salerno

Salernitana, Micai in gondola: Domizzi colpisce per il Venezia (1-0 pt)

La gara del "Penzo". Punizione di Falzerano, il numero uno granata non blocca la sfera ed il difensore ex Napoli sigla il vantaggio. Traversa di Di Gennaro

Alfonso Maria Tartarone

VENEZIA-SALERNITANA 1-0

VENEZIA. Vicario, Zampano, Modolo, Domizzi, Bruscagin, Suciu, Bentivoglio, Falzerano, Citro, Di Mariano, Litteri. A disp.: Facchin, Lezzerini, Andelkovic, Coppolaro, St Clair, Zennaro, Marsura, Segre, Schiavone, Migliorelli, Cernuto, Vrioni. All.: Zenga.
SALERNITANA. Micai, Mantovani, Schiavi, Casasola, D.Anderson, Di Gennaro, Di Tacchio, Palumbo, Vitale, Bocalon, Djuric. A disp.: Vannucchi, Lazzari, Gigliotti, Pucino, Odjer, Castiglia, Mazzarani, Bellomo, Jallow, A.Anderson, Orlando, Vuletich. All.: Colantuono
MARCATORE. 31′ Domizzi.
ARBITRO. Minelli di Varese.
NOTE. Ammonito: Mantovani; angoli: 2-1; minuti di recupero: 1′ pt.

La Salernitana e Micai in gondola, Domizzi colpisce per il Venezia. Vantaggio immeritato dei lagunari, condizionato dal non perfetto intervento dell’estremo difensore granata sulla punizione di Falzerano, dopo che i campani avevo sfiorato la rete con Bocalon ed il legno colpito da Di Gennaro. IL PRIMO TEMPO. Dieci giri di lancette e nessun tiro in porta da parte delle rispettive compagini. Ventotto secondi dopo, però, è l’ex di turno, Bocalon, a tentare di lasciare il segno. Controllo e conclusione che trova Vicario pronto alla deviazione. Quando non ci pensa il numero uno veneto, invece, c’è la traversa a dir di no al mancino (deviato da un avversario) di Di Gennaro. La formazione di Colantuono inizia a fare sul serio. Restano ancora a guardare i padroni di casa. Tanta buona volontà e poca lucidità per i ragazzi di Walter Zenga. Sul manto erboso emozioni con il contagocce. Tutt’altra musica sugli spalti. Striscioni e cori consolidano l’amicizia tra lagunari e campani. Superato il trentesimo minuto arriva il gol che non ti aspetti. Intervento duro di Mantovani (cartellino giallo), calcio piazzato non irresistibile dell’ex Falzerano, Micai non blocca la sfera e Domizzi (non certo un rapace d’area di rigore) centra il bersaglio con un comodo tocco ravvicinato. Prova a mettersi in proprio il numero 23 del Venezia, sinistro di poco fuori. Sul finire del tempo è Casasola a frenare la ripartenza degli arancioneroverdi. Il riscatto della Salernitana, in debito di idee ed ossigeno, è atteso nella ripresa.

Taste - Sapori mediterranei
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.