Taste - Sapori Mediterranei
No Signal Service

Salernitana, altro che baci: basta uno schiaffo a Perugia (1-0)

Al 90'. I granata, pericolosi solo su calcio piazzato, non riescono a rimontare la rete di Mazzocchi realizzata al 22'. Terza sconfitta consecutiva lontano dall'Arechi

Alfonso Maria Tartarone

PERUGIA-SALERNITANA 1-0

PERUGIA. Vicario, Rosi (90′ Rajkovic), Sgarbi, Falasco, Mazzocchi, Falzerano, Greco (87′ Carraro), Nicolussi Caviglia, Di Chiara, Falcinelli (74′ Iemmello), Melchiorri. A disp.: Fulignati, Albertoni, Nzita, Dragomir, Buonaiuto, Konate, Benzar, Kouan, Capone. All.: Cosmi
SALERNITANA. Micai, Heurtaux, Billong, Aya, Kiyine, Akpa Akpro, Dziczek (56′ Capezzi), Maistro (46′ Jallow), Lopez, Cerci (79′ Cicerelli), Gondo. A disp.: Vannucchi, Migliorini, Curcio, Karo, Iannone, Jaroszynski. All.: Ventura (in panchina Gigi Genovese)
MARCATORE. 22′ Mazzocchi.
ARBITRO. Sozza di Seregno.
NOTE. Espulso: terzo portiere Bertoni (85′); ammoniti: Greco, Kiyine, Dziczek, Sgarbi, Gondo, Jallow; calci d’angolo: 6-6; minuti di recupero: 1′ pt e 5′ st..

Salernitana, altro che baci: basta uno schiaffo a Perugia. I granata, pericolosi solo su calcio piazzato, non riescono a rimontare la rete di Mazzocchi realizzata al 22′. Terza sconfitta consecutiva lontano dall’Arechi. LA PARTITA. E’ un calcio piazzato di Nicolussi Caviglia, potente ma centrale, la prima insidia per il pacchetto arretrato campano al quarto minuto. Ancora i padroni di casa in avanti, mancino di Mazzocchi fuori misura. Premono gli umbri, granata in difficolta: ci mette una mano il solito Micai, quando è il talento valdostano a tentare la via della rete, e la gamba Billong sul piattone a botta sicura di Falcinelli. Ventesimo giro di lancette e nessuna notizia della formazione di Ventura. Cerci e compagnia restano a guardare, ed all’ennesima sortita offensiva i ragazzi di Cosmi passano meritatamente in vantaggio. Decisivo, in una difesa non irreprensibile, è il destro al volo di Mazzocchi (22′). Finalmente si fa viva anche la Salernitana. Sinistro dell’ex Atletico Madrid, Vicario blocca senza affanni. I granata collezionano calci d’angolo, ma non c’è nulla da segnalre sul taccuino delle palle gol. Ultimi cinque minuti, Falcinelli prova a scardinare la sfera dai piedi di Micai con un interventi al limite della regolarità. L’attaccante, mani al collo del portiere avversario, rischia grosso. Sozza, non supportato dal collaboratore di linea, lascia correre. Secondo tempo al via. Ventura opta per l’ingresso di Jallow, fuori Maistro. Campani a trazione anteriore per recuperare la rete di svantaggio. Calcio piazzato di Dziczek: Vicario respinge e Gondo, a caccia della sfera, termina a terra in area di rigore. Il contatto con Falzerano lascia qualche dubbio, ma non al direttore di gara. Socca l’ora di Capezzi, sotto la doccia la pedina polacca. La Salernitana inizia a fare sul serio. Kiyine dalla distanza e brivido, con tanto di deviazione, per il numero uno umbro. La spinta campana sembra affievolirsi e su punizione (62′) il talentuoso Nicolussi Caviglia sfiora il raddoppio. Tiro a giro, Micai devia sopra la traversa. Tocca a Di Chiara: esterno della rete. Forze fresche per ritrovare ritmo e provare il forcing conclusivo. In panca Cerci, dentro Cicerelli. Sei al triplice fischio. Il nuovo entrato, ancora su calcio da fermo, manca per questione di centimentri l’appuntamento con il pareggio. Solo recupero per non uscire a mani vuote dal “Curi”. Il due a zero, a dire il vero, non riesce a concretizzarlo l’ex Falzerano. Finisce qui.

No Signal Service
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.