Taste - Sapori Mediterranei

Sacchi monouso in plastica non a norma, denunciato titolare di ipermercato gestito da cinesi

Controlli dei carabinieri del Nucleo Operativo ecologico nel negozio a Salerno

I carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Salerno, agli ordini del Maggiore Giuseppe Ambrosone, hanno effettuato un controllo per verificare il rispetto della normativa ambientale nella commercializzazione dei sacchi per asporto merci, alias shoppers monouso. Dopo le indagini nell’ipermercato gestito da cittadini cinesi, i carabinieri dello speciale reparto a tutela dell’ambiente hanno segnalato alla Camera di Commercio il legale rappresentante dell’azienda, con una sanzione amministrativa pecuniaria da 2.500 a 25.000 euro per avere commercializzato sacchi monouso in plastica non conformi alla normativa vigente.

E’ scattato anche il sequestro amministrativo di un ingente quantità di merce per un peso complessivo di alcuni quintali di buste monouso in plastica, sia con maniglia esterna che manico interno. E’ opportuno ricordare che la legge ormai da anni in vigore vieta del tutto di commercializzare i sacchetti di plastica non rispondenti ai requisiti tecnici previsti per legge. Per chi commercializza, anche a titolo gratuito, sacchetti di plastica non compostabili o comunque non conformi alla legge 28 del 2012, quindi sacchetti non conformi o false “buste-bio”, le sanzioni amministrative pecuniarie vanno dai 2.500 euro ai 25.000 euro e la sanzione può essere aumentata fino al quadruplo del massimo (quindi 100.000 euro) se la violazione del divieto riguarda quantità ingenti di sacchi per l’asporto oppure un valore della merce superiore al 20% del fatturato del trasgressore.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.