Pizzeria Betra Salerno

Salernitana punita dall’ex Castori

Granata sconfitti per 2-1 dal Carpi. Pioggia di cartellini, contro l'Avellino mancheranno Coda e Bernardini

Roberta Sironi

SALERNITANA-CARPI 1-2

SALERNITANA (4-3-3): Terracciano; Perico, Schiavi (45′ st Caccavallo), Bernardini, Vitale; Busellato, Ronaldo (12′ st Improta), Della Rocca; Rosina, Coda, Donnarumma (1′ st Joao Silva). A disp.: Liverani, Luiz Felipe, Mantovani, Franco, Laverone, Zito. All.: Bollini.

CARPI (4-4-2): Belec; Letizia, Romagnoli, Poli (23′ pt Sabbione), Gagliolo; Pasciuti (7′ pt Bianco), Mbaye, Concas (41′ st Bifulco), Di Gaudio; Crimi, Lasagna. A disp.: Colombi, Montipò, Catellani,  Jawo, De Marchi, Mezzoni. All.: Castori.

ARBITRO: Saia di Palermo.

RETI: 7′ st Di Gaudio, 20′ st aut. Gagliolo, 43′ st Bifulco

NOTE: Spettatori 9253. Ammoniti Della Rocca, Perico, Coda, Concas, Bianco, Sabbione, Bernardini, Improta, Busellato. Al 41′ pt espulso Coda per doppia ammonizione. Al 17′ st espulso Sabbione per doppia ammonizione. Angoli 1-3. Recupero 3′ pt; 2′ st.

Niente da fare per la Salernitana di Bollini che viene superata per 2-1 dal Carpi dell’ex Castori. Una gara caratterizzata da una pioggia di cartellini (9 ammoniti e due espulsi) e messasi presto in salita per la squadra granata. Alla rete di Di Gaudio aveva risposto Rosina che su punizione aveva trovato la deviazione in porta di Gagliolo, ma a due minuti dalla fine il gol del giovane ed appena entrato Bifulco ha letteralmente spezzato ogni speranza ai granata di poter incamerare almeno un punto. Nessuna novità nella formazione schierata da Bollini rispetto alle indiscrezioni della vigilia. Salernitana in campo col 4-3-3. In difesa Schiavi al posto dello squalificato Tuia e tridente offensivo composto da Rosina. Coda e Donnarumma. Ma nel primo tempo si assiste ad un leggero predominio da parte del Carpi dell’ex tecnico Castori. Neanche un giro di lancette che gli emiliani vanno al tiro con Lasagna che costringe Terracciano a rifugiarsi in angolo. Al 2′ risponde Coda con un colpo di testa su cross di Donnarumma. Al 20′ il direttore di gara Saia annulla un gol al Carpi per un fallo su Ronaldo. Nella circostanza Gagliolo, lasciato colpevolmente libero in area, aveva staccato più in alto di tutti e di testa aveva superato Terracciano. La Salernitana si fa vedere con un tentativo di Coda che si spegne di poco a lato. Il Carpi cerca di mettere in difficoltà i granata sulle ripartenze ed al 36′  Terracciano sventa la minaccia in uscita. Al 41′  la gara si mette in salita per la Salernitana. Ingenuità di Coda che frana su Gagliolo e rimedia il secondo cartellino giallo e viene espulso, lasciando in dieci i suoi compagni. Un’espulsione decisamente pesante per l’attaccante metelliano che salterà per squalifica il prossimo derby contro l’Avellino. Nella ripresa Bollini è quindi costretto a rivedere le sue pedine e richiama Donnarumma in panchina, gli subentra Joao Silva. Al 7′ st il Carpi passa meritatamente in vantaggio con un gol di Di Gaudio, giunto al termine di un’azione firmata Concas-Lasagna. Al 17′ st si ristabilisce la parità numerica in campo perchè anche Sabbione rimedia due cartellini gialli in pochi minuti. Al 20′ st si ripristina l’equilibrio anche per quanto riguarda il risultato perchè con un pizzico di fortuna la Salernitana trova la rete dell’1-1 con Rosina, la cui punizione trova la deviazione in porta di Gagliolo. Al 26′ st arriva un cartellino giallo anche per il diffidato Bernardini. Come Coda, anche il difensore salterà quindi il derby del Partenio. Al 40′ st Salernitana in avanti con un lancio lungo per Joao Silva che prova la conclusione con Belec in uscita, poi la difesa spazza via. Il Carpi non demorde ed al 43′ st ritrova il vantaggio con un gol del neo entrato Bifulco che sugli svilippi di un calcio d’angolo ed approfittando di una distrazione della retroguardia granata in spaccata realizza la rfete del 2-1. Dopo due minuti di recupero arriva il triplice fischio di Saia che condanna la Salernitana ad una amara sconfitta.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.