Richiedi la tua pubblicità
No Signal Service

Salernitana, a braccia aperte verso la salvezza: 1-0 sul Brescia (pt)

I granata lasciano sfogare le rondinelle e colpiscono al giro di lancette ventisette con Sprocati: illuminante l'assist di Rosina

Alfonso Maria Tartarone

SALERNITANA-BRESCIA 1-0

SALERNITANA (4-3-3). Radunovic, Casasola, Schiavi, Mantovani, Vitale, Odjer, Ricci, Kiyine, Rosina, Bocalon, Sprocati. A disp.: Adamonis, Russo, Asmah, Popescu, Pucino, Novella, Signorelli, Della Rocca, Akpa-Akpro, Zito, Palombi, Di Roberto, Rossi. All.: Colantuono.
BRESCIA (4-3-3). Minelli, Coppolaro, Lancini, Somma, Curcio, Bisoli, Tonali, Martinelli, Ndoj, Caracciolo, Torregrossa. A disp.: Pelagotti, Meccariello, Longhi, Spalek, Furlan, Rivas, Okwonkwo, Embalo. All. Boscaglia.
MARCATORE. 27′ Sprocati.
ARBITRO. Pillitteri di Palermo (Villa- Scarpa; Marini).
NOTE. Ammoniti: Ricci; calci d’angolo: 1-2; minuti di recupero: 1′ pt.

Rosina illumina e Sprocati colpisce. Salernitana avanti sul Brescia ed a braccia aperte verso la sopravvivenza cadetta. IL PRIMO TEMPO. Punti salvezza cercasi allo stadio “Arechi”. Due calci d’angolo in tre giri di lancette. Parte così, ma senza grossi affanni per gli avversari, il match del Brescia. Della Salernitana, invece, ancora nessuna traccia. Ci riprovano le rondinelle e con Torregrossa, piatto destro al volo nel cuore dell’area di rigore, manca di un soffio il bersaglio grosso. Al settimo minuto si sveglia, si fa per dire, anche la formazione di casa. Traversone di Casasola e debole deviazione aerea di Bocalon. E’ super l’intervento di Radunovic su Caracciolo: quest’ultimo libero di colpire di testa (suo pezzo forte) senza faticare più di tando ed a due passi dalla linea bianca di porta. Sono i lombardi ad imporsi sul manto erboso ed i granata, in evidente difficoltà tattica e fisica, non riescono a rispondere. Il calcio, però, è davvero strano. Giro di lancette ventisette: i ragazzi di Boscaglia tirano il fiato, scambio di prima Sprocati-Casasola, tocco verso Rosina che “illumina” per l’inserimento dell’ex Pro Vercelli e palla (mancino docile) nel sacco per il vantaggio campano. Il nome del talento monzese non appariva sul taccuino dei marcatori dal derby casalingo con l’Avellino. A questo punto è solo Salernitana. Passo di danza di Kiyine, Odjer al volo verso il dischetto del rigore e Bocalon, poco reattivo, si lascia anticipare dal direttore marcatore. Sul finire del tempo è il solito Torregrossa a tentare la via del pareggia, ma senza fortuna.

No Signal Service
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.