Taste - Sapori Mediterranei

Ripresa economica a Salerno, consiglieri di Maggioranza: “Prosegua piano per superare la crisi”

Ecco i primi interventi concreti richiesti, dall'Imu alla Tosap, summit con il sindaco Napoli

Diverse le proposte politiche e operative partorite nel corso della riunione di maggioranza a Palazzo Guerra, andata in scena ieri sera in video conferenza. L’incontro era stato indetto ad horas dal sindaco di Salerno Enzo Napoli, accogliendo l’invito-esortazione di 11 consiglieri comunali, i quali con una lettera aperta avevano chiesto con forza una maggiore agibilità politica proprio nel rispetto del ruolo istituzionale ricoperto.
Nel corso del dibattito – che non ha lesinato anche momenti di acceso confronto dialettico – è emersa, tra le altre, la posizione espressa dai consiglieri Antonio D’Alessio, Leonardo Gallo, Corrado Naddeo, Pietro Stasi e Peppe Ventura circa una serie di interventi immediati a favore della comunità salernitana, per contribuire in modo fattivo al superamento del lockdown imposto dal Governo per la pandemia da Coronavirus ancora in atto.
“Innanzitutto – sottolineano i cinque esponenti di maggioranza – abbiamo accolto con favore l’iniziativa del sindaco Napoli che ha subito convocato il summit dietro nostra esplicita e ferma richiesta. Ovviamente non ci siamo limitati alle enunciazioni di principi, ma siamo scesi nel concreto con una serie di azioni e di misure che a nostro avviso daranno respiro a famiglie, imprenditori e professionisti. Innanzitutto abbiamo chiesto la rimodulazione dell’Imu per tutti gli immobili. Ad oggi Salerno vanta il triste primato della tassazione Imu più alta d’Italia, dunque ci sembra anche logico – dato il momento contingente – ridurre l’aliquota, per rimettere nel circolo economico parte delle somme che i salernitani risparmieranno. Accanto all’Imu, abbiamo avanzato la richiesta di eliminare la Tosap per le attività di ristrutturazione edile e di rendere gratuito lo smaltimento dei materiali di risulta di dette attività. In questi due ultimi casi, si tratterebbe addirittura di un’operazione a costo zero per le casse comunali. Allo stesso modo – e sempre senza aggravio per il bilancio dell’Ente – chiediamo la sterilizzazione temporanea dei costi relativi ai cambiamenti di destinazione d’uso per gli immobili, favorendo così eventuali investimenti economici sul territorio cittadino. Infine, ma non ultimo in ordine di importanza, chiediamo che si proceda celermente all’approvazione del progetto esecutivo per l’area d’insediamento del Pip Nautico, iniziativa questa che libererebbe subito la cifra di 20 milioni di euro (fondi europei) e stimolerebbe, di conseguenza, tutta l’economia del mare con ovvie ricadute anche in termini occupazionali. Queste sono solo le prime iniziative che abbiamo ufficialmente sottoposto all’amministrazione comunale. In questi giorni stiamo valutando tutta una serie di azioni concrete a sostegno dell’economia salernitana, nell’ottica più generale di quel piano Marshall di investimenti e finanziamenti, necessario per uscire dalla recessione prodotta dal blocco delle attività dovuto alla pandemia”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.