Taste - Sapori Mediterranei
No Signal Service

Rigorosamente incrocio e la Salernitana spreca il sorpasso (1-1 pt)

Granata avanti a Cremona con Minala, appena entrato in campo, e pareggio immediato di Canini: errore dal dischetto di Kiyine e sulla respinta legno di Bocalon

Alfonso Maria Tartarone

CREMONESE-SALERNITANA 1-1

CREMONESE (3-5-2). Ujkani, Cinaglia, Canini, Marconi, Cavion, Cinelli, Arini, Camara, Renzetti, Piccolo, Scamacca. A disp.: Ravaglia, D’Avino, Sbrissa, Spaviero, Pesce, Perrulli, Forni, Macek, Gomez, Scappini. All.: Tesser.
SALERNITANA (4-3-3). Radunovic, Casasola, Tuia, Monaco, Popescu, Odjer, Ricci, Kiyine, Zito, Bocalon, Rosina. A disp.: Iliadis, Russo, Schiavi, Mantovani, Vitale, Minala, Signorelli, Sprocati, Di Roberto, Palombi, Rossi. All. Beni.
MARCATORI. 29′ Minala, 33′ Canini
ARBITRO. Balice di Termoli.
NOTE. Ammoniti: Bocalon e Canini; minuti di recupero: 2′ pt.

“Rigorosamente” incrocio. La sintesi della prima parte di contesa della Salernitana contro la Cremonese (1-1). Granata avanti con Minala, immediato pari lombardo con Canini ed al 35′ accade di tutto: undici metri d’infelicità per Kiyine e sulla respinta di Ujkani l’incrocio colpito da Bocalon. IL PRIMO TEMPO. Sessanta secondi e Casasola innesca il turbo. Il successivo traversone, però, non è assistito dall’adeguata precisione. Ancora la formazione in avanti. Questa volta, con maggiore incisività, tocca a Zito: mancino non particolarmente vigoroso per Ujkani. Al nono giro di lancette si affaccia in area avversaria, finalmente verrebbe da dire, la Cremonese. Piccolo non impensierisce l’estremo difensore campano. Gara tattica e ricca di interventi fallosi. In uno di questi, minuto diciassette, ad avere la peggio è l’ex Avellino. La Salernitana, con in panchina Beni (Colantuono è squalificato), è costretta a spendere il primo cambio: dentro Minala. Mai sostituzione fu più propizia. Il centrocampista, su spizzata aerea di Monaco, trova la deviazione vincente per il punto dell’uno a zero. Nemmeno il tempo di esultare ed il pareggio grigiorosso si materializza. L’esperto Canini, in elevazione, fulmina Radunovic. La centrifuga d’emozioni si concentra tutta sino al 35′. L’autore del gol lombardo atterra Rosina, giallo sventolato e rigore per i campani. Sul dischetto si presenta Kiyine, respinta del portiere ed incrocio dei pali di Bocalon.

No Signal Service
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.