Elezioni Mimmo De Maio

“Riapriamo Salerno alle biciclette” il progetto su via Croce

L’associazione ciclo-ambientalista Fiab Salerno scrive all’amministrazione comunale per segnalare l’annosa problematica riguardante l’ingresso alla città di Salerno per i ciclisti provenienti da Vietri con transito obbligatorio sul Viadotto Gatto che resta molto pericoloso.

L’associazione ciclo-ambientalista Fiab Salerno, federata alla FIAB – Onlus (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta) scrive all’amministrazione comunale per segnalare l’annosa problematica riguardante l’ingresso alla città di Salerno per i ciclisti provenienti da Vietri con transito obbligatorio sul Viadotto Gatto.

I dettagli

Da diversi anni ormai, sono molte decine al giorno e nei week end addirittura centinaia, i ciclisti che diretti verso Salerno e a sud della nostra città, sono costretti al transito sul Viadotto Gatto, caratterizzato da un tipo di mobilità (trasporto pesante e velocità non moderata degli altri veicoli) assolutamente non compatibile per l’utilizzo promiscuo con la bicicletta e per queste ragioni particolarmente pericoloso.

Com’è noto, con l’obiettivo di evitare il pericoloso viadotto, la maggior parte dei ciclisti, superato l’incrocio d’innesto su Via Croce proseguono in controsenso sulla stessa strada, talvolta sul marciapiedi, in condizioni di grave rischio per la propria sicurezza e ingenerando il conflitto pedone/ciclista. Gli unici ciclisti a percorrere il viadotto sono i numerosi cicloturisti stranieri che diretti verso Sud e non edotti della situazione, si trovano ad entrare in città in condizioni di pericolo, per di più condotti come “benvenuto” in un ambiente portuale non certo apprezzabile turisticamente.

Fiab Salerno ricorda che la LEGGE 11 gennaio 2018, n. 2, contenente “Disposizioni per lo sviluppo della mobilità in bicicletta e la realizzazione della rete nazionale di percorribilità ciclistica.” all’art. 4 fa riferimento alla Rete Ciclabile Nazionale “Bicitalia”. Secondo tale normativa, è previsto che la città di Salerno sia attraversata da un pista ciclabile di rilievo nazionale e internazionale denominata Ciclopista del Sole – Eurovelo 7, ovvero la stessa che si ricollegherà con la pista ciclabile della litoranea, per la quale il Comune di Salerno ha già sottoscritto un protocollo d’intesa nell’ambito del “Masterplan Litorale Sud Salerno”.

Molto sentito il problema anche dal mondo del ciclismo sportivo che tramite il comitato provinciale della F.C.I. (Fed. Ciclistica Italiana) in rappresentanza delle numerose società sportive affiliate ha sottoscritto il documento e le richieste di Fiab Salerno.

“E’ urgente – dichiara Paolo Longo Presidente di Fiab Salerno – individuare soluzioni per mettere in sicurezza il passaggio dei ciclisti nel breve tratto stradale di Via Croce fino a Via Sabatini. Da anni si assiste passivi a questa situazione senza che nessuno pensi di risolvere il problema, il che ci dà ulteriormente la dimensione di quanto sia scarso l’interesse dell’Amministrazione al tema della mobilità ciclistica”.

Il gruppo tecnico della Fiab Salerno, solo a titolo esemplificativo, con la consulenza dei propri referenti nazionali, ha valutato anche in relazione alla recente normativa introdotta dal DL 76/2020, alcune ipotesi progettuali che sono allegate alla richiesta inviata al Comune

Le ipotesi
153225607_10158415098011501_3147518512241977759_n

152895830_10158415098026501_193770343484461740_n

152910295_10158415098016501_459767656966879149_n

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.