Taste - Sapori Mediterranei

Residenze sanitarie assistenziali, la Uil Fpl boccia il nuovo piano dell’Asl Salerno

Il segretario Antonio Malangone: “La delibera approvata porterebbe alla crisi del comparto. Serve un confronto con le organizzazioni sindacali”

Un tavolo tecnico urgente per discutere della delibera dell’Asl Salerno, pubblicata lo scorso 29 dicembre sul “Fabbisogno residenze sanitarie assistenziali”. E’ quanto chiesto da Antonio Malangone, segretario territoriale della Uil Fpl provinciale per la sanità accreditata. “La delibera numero 350 del 2016 pubblicata sull’albo pretorio dell’Asl di Salerno – ha sottolineato Malangone – se dovesse avere reale riscontro determinerebbe una grave crisi economica e occupazionale delle strutture riabilitative e socio-sanitarie della provincia di Salerno, che operano per conto del servizio sanitario regionale, soprattutto perché adottata in totale spregio della normativa regionale e delle procedure di riconversione in corso di definizione presso la struttura commissariale della Regione Campania”. Come già chiesto in una precedente nota congiunta con la Cisl Fp, Malangone fa appello al direttore generale dell’Asl Salerno al fine di convocare “ad horas” un tavolo tecnico della macro-area assistenziale riabilitativa e socio sanitaria unitamente alle organizzazioni sindacali di categoria.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.