Taste - Sapori Mediterranei

Reperti archeologici trovati a Castellabate, denunciati due coniugi

I due 56enni dovranno rispondere del reato di impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato

Federica D'Ambro

Mega blitz da parte della Guardia di Finanza in una villa di Castellabate, custodivano reperti archeologici pregiati, denunciati i due coniugi.
I finanzieri di Agropoli hanno sequestrano all’interno della villa 5 anfore più altri frammenti di terracotta e un’ancora in ferro. Tali anfore provenivano dal fondale marino e risalenti al periodo tra il III / II secolo a.C. ed il II sec. d.C.
Per questa ragione sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania due coniugi 56enni, non residenti nel Comune di Castellabate, proprietari della villa, che ora dovranno rispondere del reato di impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato. Mentre i reperti sequestrati saranno trasferiti presso il Museo Archeologico di Paestum, dove potranno essere studiati da esperti archeologi ed ammirati dai visitatori.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.