Taste - Sapori Mediterranei

Renzi scherza con il nuovo direttore di Paestum “Ci rottamerà tutti”

Sono stati presentati al ministero dei Beni Culturali i nuovi direttori dei Musei Italiani

Federica D'Ambro

“La cultura è la nostra grande sfida, per il nostro governo una priorità”, Il premier Matteo Renzi con queste parole ha presentato al ministero dei Beni culturali i nuovi direttori dei Poli museali italiani scelti in estate con bando pubblico internazionale. Con lui, il ministro della Cultura Dario Franceschini.
“Esiste una priorità oggi- afferma Renzi- nella gestione museale: riuscire ad affermare un modello di museo che sia un po’ più vicino al mondo occidentale, anglosassone non solo francese, e un po’ meno all’idea tradizione del museo italiano. Oggi è diverso, il museo è esperienza, l’opera d’arte deve darti qualcosa, il museo deve essere più efficiente, più capace di innovazione, i 20 nuovi direttori hanno la grande responsabilità di portare i musei nella storia inquietante e insieme affascinante del futuro”.

Prima di lui Franceschini aveva difeso la sua riforma. “Ci stiamo adeguando con ritardo alle linee guida indicate dalla associazione internazionale dei musei, ma lo stiamo facendo con una marcia in più che ci fa superare molti altri. E’ la prima volta che un Paese fa una selezione pubblica internazionale per trovare i direttori dei suoi musei”

Renzi sorride, cerca per una battuta il più giovane del gruppo, Gabriel Zuchtriegel (34 anni), che guiderà il Parco Archeologico di Paestum dicendo: “Lei ci rottamerà tutti”. Poi saluta Eva Degl’Innocenti chiamata a dirigere il Museo Archeologico di Taranto, si ferma un attimo con Eike Schmidt, chiamato agli Uffizi, lancia a tutti il suo in bocca al lupo.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.