Taste - Sapori Mediterranei

Regionali 2020, Andrea Volpe: “Pronto a correre per il mio territorio”

Il candidato racconta come sta vivendo questa anomala campagna elettorale e quali sono i temi più cari.

politica asalerno post
Corre a sostegno della coalizione che l’ha già visto schierato cinque anni fa, è da sempre impegnato nel mondo della cultura e degli spettacoli ed è un attivo promotore della cittadinanza attiva. Andrea Volpe, candidato alle elezioni regionali dei prossimi 20 e 21 settembre per il Psi, all’interno della coalizione che sostiene la candidatura del presidente uscente Vincenzo De Luca, ci racconta come sta vivendo questa tornata elettorale diversa dalle altre, a causa dell’emergenza Covid che ha inevitabilmente cambiato il modo di affrontare tutte le attività connaturate a questo importante appuntamento.

Come sta vivendo questa campagna elettorale?
“Sto cercando di stare molto attento, principalmente per tutelare le persone attorno a me. Chiaramente il contatto fisico è ridotto al minimo, è sempre importante usare la mascherina, non sappiamo ancora se ed in che modo sarà possibile incontrare gli elettori nelle piazze, come si è sempre fatto. Ma va bene, è giusto adeguarsi alla nostra nuova quotidianità”.

Quale è il primo obiettivo della sua campagna elettorale?
“Mi piacerebbe davvero riuscire ad accorciare le distanze. Mi spiego meglio: le elezioni regionali sono spesso percepite come qualcosa di lontano. Non sono sentite come le amministrative o le politiche. E invece la Regione è un organo importantissimo, c’è un’interdipendenza che andrebbe resa più palese. Molte cose, dalla sanità, ai trasporti, dipendono dalle scelte della Regione e quindi questo organo incide nella vita delle persone molto più di quanto queste ultime riescano a percepire. Al netto della preferenza – che ovviamente spero di raccogliere – vorrei che le persone andassero a votare; che scegliessero un interlocutore che ritengono valido e di cui si fidano perché la politica ha bisogno delle persone. Corro per Vincenzo De Luca e con Enzo Maraio, siamo in grande sintonia”.

Quali dovranno essere gli impegni del nuovo governo?
“Credo che sia stato fatto un lavoro enorme in questi cinque anni ma la Campania è un territorio complesso e ci sono ancora tante cose da fare. Bisogna andare avanti con questa politica fatta di concretezza, di vicinanza alle persone e ai territori. La linea è stata tracciata dal presidente De Luca e i risultati si vedono, bisogna continuare a lavorare a testa bassa, con l’impegno di sempre”

Quali sono i temi dei quali le piacerebbe occuparsi?
“Per una questione di naturale propensione verso quello che è stato il mio percorso lavorativo e di vita, sento più vicini i temi del turismo e della cultura. Viviamo in un territorio meraviglioso, con paesaggi ed eccellenze che non hanno nulla da invidiare a nessuno. Dobbiamo spingere al massimo su questi temi mettendo in filiera i territori, ricercando e valorizzando le tipicità, innestando iniziative culturali e di intrattenimento che catalizzino l’attenzione delle persone e le portino a consolidare i flussi, già molto importanti, che si muovono verso la provincia di Salerno. Poi ci sono l’ambiente e l’agricoltura che pure sono temi importantissimi per questa terra e che hanno una grossa influenza l’uno sull’altro: avere un territorio sano, rispettare l’ambiente aiuta anche l’agricoltura che è un asset economico sempre più importante per la nostra regione. Mi piacerebbe contribuire a mettere ulteriormente a sistema una visione d’insieme della quale beneficerebbero l’intero territorio, l’economia e le persone che vivono questa terra”.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.