Taste - Sapori Mediterranei

Rapinò il “No name” sul Lungomare, incastrato dalle telecamere: in manette Alessandro Nisi

Il 23enne entrò nel bar sul Lungomare Trieste armato di coltello

Nel pomeriggio di ieri gli Agenti della Polizia di Stato in servizio presso la Squadra Mobile della Questura di Salerno unitamente a personale dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno tratto in arresto, perché autore di una rapina in un bar di Salerno, Alessandro Nisi, 23enne salernitano, pluripregiudicato, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari di Salerno Emiliana Ascoli, su richiesta del Sostituto Procuratore dott. Antonio Cantarella. I poliziotti delle Sezioni Antirapina e Volanti hanno arrestato Nisi nella sua abitazione.

Le indagini sono state avviate immediatamente dopo la commissione della rapina consumata il 9 gennaio scorso all’interno del bar “No Name” della centralissima Lungomare Trieste.

Nisi entrò nel bar unitamente ad un altro complice, in corso di identificazione, con il volto travisato, ed intimò ad una dipendente, minacciandola con un coltello, di dargli tutto l’incasso. Una volta impossessatosi del denaro, pari a circa settecento euro, i due si davano a precipitosa fuga per le strade limitrofe.

Le immediate indagini condotte dagli investigatori della Squadra Mobile si sono incentrate sull’acquisizione delle immagini presenti nei sistemi di videosorveglianza posti sia all’interno dell’esercizio commerciale che lungo il percorso usato per guadagnarsi la via di fuga. Le risultanze delle estrapolazioni delle immagini, nonché le dichiarazioni rese dalle parti offese e da testimoni presenti, hanno conclamato, senza ombra di dubbio, la grave responsabilità della persona sottoposta al provvedimento cautelare.

Per tali fatti, Alessandro Nisi è stato condotto presso la casa circondariale di Fuorni a disposizione della locale A.G.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.