Assistenza computer salerno e provincia

Raccolta differenziata a Salerno, il Comune sperimenta i sacchetti Sumus

Una speciale sperimentazione proposta dalla società di Modena, durerà circa 8 settimane

Marco Rarità

Il Comune di Salerno ha avviato una particolare sperimentazione riguardante la raccolta differenziata. Su proposta della società Sumus di Modena, sarà avviata una sperimentazione controllata e gratuita del sacchetto chiamato Sumus, in carta riciclata, per la raccolta della frazione organica su un campione di 250 utenze domestiche e di 15 utenze non domestiche del Comune di Salerno. L’azienda fornirà gratuitamente 25 sacchetti da 8 litri/utenza per un totale di 6.600 pezzi, 1 cestello aerato da 10 litri/utenza per un totale di 250 unità, 30 sacchi da 120 litri, 2 fogli/utenza per un totale di 450 pezzi. Con il materiale fornito sarà possibile, quindi, avviare una sperimentazione per circa 6/8 settimane. Nel 2013 la Sumus Italia ha acquisito la start up che ha inventato e brevettato un sacchetto in carta riciclata per la raccolta dei rifiuti organici, pensato per risolvere tutte le criticità delle buste in bioplastica. Questo sacchetto pare abbia un’alta resistenza meccanica e al calore, rispetto alla bioplastica la carta fa respirare i rifiuti, evitando così che questi inizino a marcire e si formino liquidi con cattivo odore.

 

Assistenza computer salerno e provincia

Commenti

I commenti sono disabilitati.