Pizzeria Betra Salerno

IL PUNTO SULLA B – Stregone in crisi, volano Entella e Frosinone

Notte nera a Cesena, il Pisa ferma il Verona

Enzo Sica

La politica dei piccoli passi premia ancora una volta la capolista Verona. Perché se per la seconda volta (era successo solo nella sconfitta contro il Benevento) la squadra scaligera non segna in trasferta è segno di grande maturità anche se il Pisa, che ha bloccato la squadra di Pecchia, è una compagine che sta disputando un dignitoso campionato malgrado le vicissitudini societarie. D’altro canto la “mini frenata” del Verona in questa undicesima giornata non  intacca il suo brillante torneo. Perché alle sue spalle il Cittadella, che ha conquistato il primo punto della stagione (non aveva mai pareggiato in undici gare ) contro lo Spezia è stato avvicinato dal Carpi che ha vinto contro il Perugia ridimensionando anche la squadra di Bucchi reduce da tre vittorie consecutive. Ma è l’Entella la squadra che emerge alla grande in questo turno infrasettimanale. La vittoria all’ultima curva (mancavano pochi minuti al termine della gara) contro il Cesena con un gol di Ammari affossa ancora i più la squadra bianconera che domani potrebbe esonerare Drago vista la sua precaria posizione di classifica. Breda è l’allenatore del momento perché si porta in seconda posizione e con le grandi potenzialità che ha la squadra ligure potrebbe essere davvero una meteora  impazzita del campionato. Bravo l’ex allenatore granata a plasmare questa squadra che non molla mai. Coì come lo stesso Frosinone che contro la Spal ha vinto di stretta misura ma meritatamente. E Marino che fino a qualche giornata fa era nel mirino della critica si è ripreso alla grande.
Ma il campionato è davvero livellato. Verso il basso perché ci sono solo sette punti tra zona play off e il play out. Vuol dire che con un filotto di risultati si può arrivare in alto e con qualche pareggio in più si rischia di finire nel calderone della zona calda. L’esempio arriva dall’Avelllino che battendo la Ternana si è tirato fuori dalla zona minata così come il Latina che con il pareggio di Vercelli rivede la luce a scapito proprio dei piemontesi. La più bella gara della serata a Brescia.Il Vicenza vinceva fino a tre minuti dal termine. Ma i ragazzi di Brocchi hanno ribaltato il risultato nei minuti di recupero vincendo con un gol capolavoro di Prinzi. E con la vittoria il Brescia si è affacciato ai piani alti della classifica. Intanto scende vertiginosamente il Benevento incappato in un’altra sconfitta, questa volta a Trapani. Rivede la luce la squadra di Cosmi, sprofonda in una crisi senza precedenti la squadra di Baroni alla terza sconfitta su quattro gare. E sabato si torna già in campo.
di Enzo Sica
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.