Pizzeria Betra Salerno

IL PUNTO SULLA B – Crisi Trapani e Avellino, la maledizione dell’ottava sulle prime tre

I granata battono il Benevento, il Brescia ferma il Verona al Bentegodi, il Cittadella cade in casa contro il Frosinone

Enzo Sica

La maledizione dell’ottava di campionato si abbatte, come una scure, sulle prime tre della classifica di B. In parte sul Verona, bloccato in casa da un indomito Brescia (che sabato prossimo aspetta la Salernitana) che prende solo un punto ma totalmente sul Cittadella, che mantiene però il primo posto malgrado la sconfitta interna del Frosinone, e il Benevento che perde il derby con la Salernitana ma soprattutto incassa la prima sconfitta stagionale. E proprio con questi risultati si accorcia notevolmente la classifica visto che anche la quarta forza del campionato, lo Spezia, festeggia in modo <anomalo> i centodieci anni di vita della società facendosi battere in casa dal Carpi che Castori ha rigenerato riportandolo sotto le prime della classe. Insomma un torneo in piena evoluzione che riporta in auge anche l’Entella di Breda capace di pareggiare a Bari contro una squadra biancorossa, quella di Stellone, che non riesce a trovare una giusta collocazione in classifica visto che si trova praticamente ai margini della zona play off. Il campionato è ancora lungo, è vero, ma questi segnali danno la percezione che se qualche squadra inizia a perdere colpi potrebbe anche attardarsi. Non è il caso del Perugia che con un secco 3 a 0 rimanda a casa un Avellino oggi addirittura penultimo in classifica. Insomma  Toscano deve subito voltar pagina anche perché il patron Taccone potrebbe clamorosamente anche cambiare parere e esonerare il tecnico finito nel mirino della critica. Ma anche il Trapani di Cosmi non se la passa bene. L’ennesima sconfitta in trasferta fa precipitare i siciliani in fondo alla classifica con un rilancio immediato del Latina che tra le mura amiche non perde un colpo. Ritorno al gol del Novara con Boscaglia che respira così come Semplici che piazza a Pisa l’ennesimo capolavoro della sua gestione con una vittoria contro un Pisa che Gattuso aveva rigenerato. Anche la Pro Vercelli non vuole giocare un campionato di sofferenza e la vittoria contro la Ternana inguaia ulteriormente gli umbri che devono darsi subito una regolata se non vogliono restare nei bassifondi della classifica. I nove punti della Salernitana attuali sono un toccasana notevole. Vincere il derby non era facile. Sannino anche se ha stravolto il suo credo calcistico ha proposto una squadra compatta che ha sofferto davvero poco. Insomma è sulla strada del rilancio anche se il tecnico di Ottaviano predica calma. <Bisogna essere cauti e andare avanti con tranquillità>. Parole sagge che sono lo specchio esatto di una situazione che si sta normalizzando. Almeno così sperano i tifosi.
di Enzo Sica
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.