Pizzeria Betra Salerno

IL PUNTO SULLA B – E’ Bredalandia a Chiavari, il Frosinone continua a correre

Torna a vincere il Benevento, passo falso del Carpi in casa

Enzo Sica

A.A.A: cercasi avversari per il Verona. La macchina da gol scaligera non si ferma neppure contro il Trapani e con la ottava vittoria su dodici gare stacca il duo Entella – Cittadella di cinque punti. Se non segna Pazzini, di esalta Siligardi che contro il fanalino di coda Trapani sempre più ultimo in classifica realizza la prima rete, raddoppiata poi da Valoti. E questo Verona va, a vele spiegate verso quella serie A che vede ancora lontana ma che con questo gioco e soprattutto senza grandi avversari non le potrà sfuggire.

Alla ribalta, però, arriva l’Entella di Roberto Breda. Gran bella realtà questa squadra ligure che fa capire come lottando con il cuore si può arrivare lontano. Così come è accaduto contro il Brescia di Brocchi subissato sotto il pesante fardello di quattro reti, secondo attacco del torneo dopo il Verona, con Ciccio Caputo in grande spolvero. Il seondo posto, in coabitazione con il Cittadella, non è un caso isolato. Breda è un ottimo allenatore ed ha tra le mani una squadra che lo segue e cerca di non perdere mai la tramontana. Quindi attenti all’Entella, e ci riferiamo soprattutto a Carpi e Frosinone che dovrebbero giocarsi la serie A diretta ma che, tranne il Frosinone di Marino che ha vinto sudando contro un buon Cesenala squadra di Castori è incappata in una giornata-no ed al Cabassi è stata superata dall’Ascoli di Alfredo Aglietti.

Ma attenti anche al Cittadella che ha ripreso a vincere (e sabato aspetta una arrabbiata Salernitana) contro un Latina bloccato anche psicologicamente dal grave infortunio a Boakye, finito in ospedale con tanto spavento per un colpo alla testa. La vittoria del Benevento (era ora) dopo tre gare altalenanti ha rilanciato la squadra di Baroni ed affossato uno Spezia che non riesce più ad esprimere quel bel gioco di inizio stagione. Ma crediamo che Di Carlo abbia tra le mani una buona squadra cche si potrà riprendere. Come si è ripreso il Bari che contro la Pro Vercelli ha vinto ed anche salvato la panchina di Stellone, apparso in bilico dopo gare non certamente esaltanti. Grandissima prestazione del Perugia che in casa del Vicenza ha letteralmente mostrato i “muscoli”, piazzando 4 reti alla squadra di Bisoli.

E’ precipitato invece il Novara che a Terni non ha trovato la strada giusta, perdendo per 4 a 3 mentre il Pisa di Gattuso ha conquistato all’Arechi di Salerno il sesto pareggio su dodici gare. Se non è un record poco ci manca ma ci ha messo di suo anche la Salernitana incapace di esprimere un gioco brioso. Ed è stata fischiata anche dai propri tifosi. Sannino suo malgrado è finito sulla graticola per questo non gioco che irrita tutta la tifoseria. Ma crediamo che Sannino possa tirar fuori da questa squadra tutte le potenzialità che ha e soddisfare anche i tifosi. Altrimenti ci si avvia in un tunnel dove la luce sarà davvero lontana. Molto lontana…

di Enzo Sica

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.