Taste - Sapori Mediterranei

Psaut Salerno: minacce in cambio di farmaci, fermato 39enne

L'uomo arrestato dalla Polizia ieri in via Vernieri, era lo stesso che domenica scorsa fu ritrovato con il volto tumefatto in via Gonzaga e trasportato al Ruggi

Federica D'Ambro

Nella giornata di ieri il personale della Polizia di Stato appartenente all’Ufficio Prevenzione Generale della Questura, coadiuvato da personale della locale Sezione Polizia Stradale e del Reparto Prevenzione Crimine Campania, ha effettuato, in varie zone centrali della città di Salerno ed in Via Allende, accurati e intensificati servizi di vigilanza, con diversi posti di controllo, al fine di contrastare la criminalità diffusa.
In particolare, momenti di tensione si sono vissuti nel presidio medico PSAUT Distretto 66 di via Vernieri, laddove, alle 21.00 circa di ieri, uno straniero di nazionalità polacca ha fatto irruzione richiedendo una serie di prestazioni sanitarie non previste dalla struttura.
Al diniego dell’infermiera, lo straniero ha minacciato di ritornare a breve per porre in essere atti vandalici.
Nel prosieguo, l’uomo, tenendo fede ai suoi propositi, ha fatto ritorno presso il laboratorio dove, con fare violento, ha perseverato nelle sue irragionevoli richieste.
Il tempestivo intervento degli agenti della Sezione Volanti ha arginato la condotta violenta dell’individuo che, per sottrarsi alla identificazione, si è scagliato contro gli operatori di Polizia ma è stato prontamente bloccato e reso inoffensivo.
L’incontrovertibilità degli elementi probatori raccolti nei confronti del cittadino polacco, identificato per P.J., di anni 39, pluripregiudicato, (già protagonista di un episodio di cronaca riportato dai giornali locali essendo stato trovato tumefatto per strada, nel pomeriggio di domenica scorsa, in Via Gonzaga a Salerno e trasportato in ambulanza presso il pronto soccorso dell’Ospedale di San Leonardo), ha consentito di procedere al suo arresto, stante la ravvisata responsabilità in ordine ai reati di tentata estorsione e resistenza a Pubblico Ufficiale.
Previe disposizioni impartite dal Pubblico Ministero di turno, l’arrestato è stato condotto presso la locale Casa Circondariale, in attesa del rito per direttissima, da celebrarsi nella giornata odierna presso il Tribunale di Salerno.
In tale ambito una persona è stata arrestata per tentata estorsione e resistenza a Pubblico Ufficiale, due persone sono state denunciate perché ritenute responsabili, rispettivamente: I. G., donna ucraina 28enne, di violazione alle norme sull’immigrazione e oltraggio a Pubblico Ufficiale; L. P., giovane salernitano 25enne, di detenzione al fine di spaccio di sostanza stupefacente essendo stato trovato in possesso di 5 bustine di cellophane contenenti circa 10 grammi di marijuana nonché l’importo di 170 Euro probabile provento dell’attività di spaccio.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.