Prove al Volpe: Terracciano verso il rientro tra i pali

Torrente si affida al più esperto dei portieri a sua dispozione. In attacco Troianiello favorito su Donnarumma

Nicola Roberto

A due giorni dalla gara con il Cesena, che inaugura un trittico di tre sfide in sette giorni, Vincenzo Torrente tira tre bei sospiri di sollievo. Colombo, Gabionetta e Bovo hanno smaltito i rispettivi acciacchi. Il difensore ed il centrocampista erano già stati testati nella sgambatura di ieri pomeriggio, il brasiliano, invece, è tornato oggi ad allenarsi con la squadra dopo aver svolto soltanto una seduta di fisioterapia il giorno prima. L’ex Crotone dovrà guidare l’attacco granata, già di per sé non molto prolifico finora, che nelle ultime tre partite si è inceppato. Gabionetta ha fallito un rigore contro il Trapani, mentre i suoi compagni di reparto non si sono segnalati per una almeno discreta pericolosità negli ultimi sedici metri. Anche Moro ha smaltito l’attacco di sciatalgia ed è pronto a prendere in mano le redini del centrocampo, orfano dello squalificato Pestrin e completato da Sciaudone e Bovo. Trevisan ed Eusepi restano ai box. Il primo ne avrà per quasi due mesi, il secondo spera di tornare quanto prima anche per poter dedicare un gol a sua figlia Rebecca, nata proprio oggi.
Un gol, possibilmente da tre punti, Torrente lo chiede a Coda che sarà al centro del tridente ancora una volta. Ai suoi lati ci saranno Gabionetta e Troianiello, favorito su Donnarumma. L’ex Sassuolo era tra i titolari nelle esercitazioni di questa mattina al Volpe. La cosa appare un indizio abbastanza importante, anche perchè Donnarumma non è un esterno puro e potrebbe dar vita ad una staffetta in corsa con Coda o aggiungersi all’ex Parma, a seconda delle esigenze tattiche.
Per la delicata sfida col Cesena Torrente non pare in vena di esperimenti. Colombo sarà il terzino destro, ruolo in cui si sono alternati – contro Trapani ed Entella – due centrali, Lanzaro ed Empereur: il brasiliano è in vantaggio sull’irpino per un posto al centro della difesa accanto a Schiavi. A sinistra spingerà Rossi. Il nodo portiere è stato sciolto a quanto pare: dopo la defezione di sabato scorso, Pietro Terracciano tornerà a guardia della porta granata, sempre violata nelle otto gare di campionato fin qui disputate. Torrente si affida all’esperienza ed alla voglia di riscatto del pipelet casertano, ingaggiato a settembre per essere l’indiscusso titolare e dare affidabilità ed esperienza in un ruolo delicatissimo.
Domani, alle 10, la rifinitura al Volpe.

Commenti

I commenti sono disabilitati.