Taste - Sapori Mediterranei

Prova a uccidere il figlio di 7 anni, piccolo ricoverato al Ruggi

E’ una storia di violenza incredibile quella avvenuta ieri nella zona industriale di Salerno, al confine con Pontecagnano. Un padre che ha provato a uccidere il proprio figlio di appena 7 anni, prima tentando di strangolarlo e poi provando a infliggergli dei fendenti con una arma da taglio, pare delle forbici, ferendolo al collo. Un incubo vero e proprio quello vissuto in mattinata, per il piccolo e anche per la madre del bimbo che era in casa e si è frapposta provando a fermare la violenza dell’uomo. Anche la donna è rimasta ferita, non in maniera grave, trasportata al pronto soccorso come il piccolo anche se il bimbo è arrivato al Ruggi d’Aragona in codice rosso, è stato subito portato in chirurgia pedriatica dove resta ricoverato in prognosi riservata, le sue condizioni sono stabili. A ricostruire quanto avvenuto i Carabinieri del comando provinciale di Salerno, guidati dal comandante il maggiore Fabio Adriano Castellari. I militari tutt’ora lavorano per mettere insieme tutti i pezzi di quanto avvenuto, intanto hanno arrestato l’uomo, in attesa di conoscere anche le cause del suo gesto, qualcosa che abbia fatto scatenare nel padre una simile violenza nei confronti del figlio. Secondo le ultime notizie il piccolo fortunatamente non sarebbe in pericolo di vita, intanto i Carabinieri hanno già acquisito tutti gli elementi di colpevolezza.

Instagram

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.