Taste - Sapori Mediterranei

Prima volta sul mercato per il marchio Igp della Rucola della Piana del Sele

La Rucola della Piana del Sele IGP arriva sui mercati nazionali. Per la prima volta, in questa settimana, le aziende leader nel mercato della IV gamma hanno lanciato la Rucola con il marchio di tutela Igp ottenuto a novembre scorso a seguito dell’approvazione sulla Gazzetta Ufficiale. Ora il prodotto può contare anche sul Consorzio di Tutela che lavorerà alla valorizzazione e alla tutela di questo prodotto.

La Rucola della Piana del Sele IGP arriva sui mercati nazionali. Per la prima volta, in questa settimana, le aziende leader nel mercato della IV gamma hanno lanciato la Rucola con il marchio di tutela Igp ottenuto a novembre scorso a seguito dell’approvazione sulla Gazzetta Ufficiale. Ora il prodotto può contare anche sul Consorzio di Tutela che lavorerà alla valorizzazione e alla tutela di questo prodotto.

Il marchio

 

“Il marchio igp – assicura il presidente di Coldiretti Salerno e del Consorzio di Tutela, Vito Busillo – sarà in grado di fornire un importante valore aggiunto a un prodotto che già gode del consolidato accostamento tra identità territoriale ed eccellenza agroalimentare. La reputazione che i prodotti a Indicazione Geografica conquistano sul mercato è dovuta agli elementi di identità distintiva declinati in autenticità, tradizione, gusto, legame col territorio, sicurezza, tracciabilità. La rucola Igp rappresenta la leva con cui le imprese potranno penetrare nuovi mercati e canali commerciali e mantenere quote di mercato nazionali e internazionali. Ovviamente il nuovo marchio Igp, pur rappresentando un passo importante, costituisce solo il punto di partenza. Dopo l’esordio sui mercati del prodotto a marchio, attendiamo i primi risultati. Siamo fiduciosi”.

I numeri

 

La Rucola della Piana del Sele interessa attualmente una superficie di circa 3100 ettari, distribuiti sugli 8 Comuni che compongono tale area geografica, con una produzione media degli ultimi anni pari a 400 milioni di chili di prodotto, che è il 73% circa della produzione nazionale, con un fatturato medio annuo di oltre 680 milioni di euro, circa 5 mila addetti diretti e 4 mila dell’indotto.

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.