Pizzeria Betra Salerno

Prima Categoria, il punto alla vigilia del rush finale: Pandola con un piede e mezzo in Promozione

Nel girone G occhi puntati sui derby, grande equilibrio nel plotoncino cilentano

Davide Maddaluno

Parte ufficialmente il count down per il rovente finale di stagione in Prima Categoria. Nel girone F è ormai tutto pronto per la festa del Pandola che vanta un considerevole quanto rassicurante vantaggio di 10 punti sul Giovi. Un autentico capolavoro quello dei biancazzurri di mister Ernesto De Santis che hanno avuto anche l’opportunità di centrare il double se non fosse stata per l’eliminazione in Semifinale in Coppa Campania per mano del Salernum. Si avvicina, quindi, un traguardo storico per la Mercato San Severino sportiva, depauperata ormai da tre anni della Sanseverinese prima e del Miranda poi. Si fa incandescente la lotta play-off con il Giovi, reduce dall’amichevole vinta 2-1 con il Vignale grazie alla doppietta del bomber Luca Mazzeo, avanti di un punto sull’Honveed Coperchia, grande rivelazione di stagione e pronta al controsorpasso superando il Sangilio e sfruttando il turno di riposo dei collinari di mister Spetrini. Dopo un periodo di appannamento è tornata in auge la Virtus di Giorgio che difenderà con le unghie e con i denti il quarto posto dall’assalto dell’Intercampania, reduce dal primo stop casalingo maturato a sorpresa con la Boschese. Ad insidiare il quintetto salernitano, le napoletane Pro Terzigno e Virtus S.Antonio Abate, sopravanzate al momento dalla scafatese San Vincenzo Unitis. In zona retrocessione si complicano sempre più le cose in casa Bracigliano mentre si giocheranno i play-out Adolfo Casaburi e Sangilio insieme alle vesuviane Boschese e Real Marchesa. Si preannuncia un finale di stagione tranquillo per Arsenal Salerno e Tramonti.

Nel girone G sale l’attesa per la doppia stracittadina del 12 e 19 Aprile con Centro Storico Salerno-Atletico Per Niente prima ed Audax Salerno-Salernum poi. I due punti in più assegnati dal giudice sportivo ai rossoverdi del presidente Carmine Manzione in relazione alla gara con il Socia Laviano, pareggiata sul campo ma con l’impiego di uno squalificato da parte dell’undici lavianese, ha ridotto ulteriormente il vantaggio della capolista Salernum sulla più diretta inseguitrice, ora a -2 senza dimenticare l’eventualità di nuovi risvolti disciplinari nelle prossime settimane. Conservano intatte le proprie speranze anche Atletico Per Niente e Centro Storico che si sfideranno domenica mattina al “Settembrino” per, come minimo, una buona fetta di terzo posto. Particolarmente in forma i granata reduci dal roboante successo in amichevole con il Costa d’Amalfi (1-5 a Maiori) dopo l’altro test match con l’Honveed Coperchia (3-1 per gli irnini ma salernitani non al completo). Saranno questi incroci a decidere il destino dei play-off con Sporting Corvino e Pro Colliano dirette ed indirette interessate. Con Acerno e Santa Cecilia già con la testa all’anno prossimo e la Simone Fierro ad un passo dalla salvezza aritmetica, la lotta per evitare i play-out si fa serrata tra Vignale, Real Palomonte, Socia Laviano e Rufoli. Caccia all’impresa che avrebbe del miracoloso per la Pro Salerno che dovrà rimontare, con scontri difficili in calendario, 5 punti al Real Taverna per evitare la discesa diretta in Seconda Categoria.
Nel girone H è ancora una volta il giudice sportivo a ridisegnare la classifica. Secondo ko a tavolino per il Montesano 2006 del duo Baldi-Pidone che, a causa di irregolarità di tesseramento, si è vista infliggere la sconfitta nella gara del 16 Novembre scorso sul campo del Real Contursi Terme (vinta originariamente 2-5). Altri tre punti in meno per i valdianesi che rimettono così in corsa per i play-off Herajon, Pro Palinuro e Vesole Trentinara, cedendo di fatto gli ormeggi per la corsa al titolo, ormai un discorso a tre con la Vigor Castellabate in vantaggio sul duo Pollese-Cannalonga. Giudice sportivo fatale anche al Marina di Camerota che si è vista detrarre tre punti dalla gara del 2 Novembre contro il Contursi Terme 1929 che può festeggiare così la salvezza con ampio margine. In un raggruppamento condizionato dal prematuro abbandono del Vallo Scalo, la lotta play-out promette comunque scintille dopo il successo del Cardile (2-3) nel recupero con il Real Contursi Terme che contenderà la salvezza a Controne, Alfanese e Gregoriana. Nella settimana di sosta pasquale si sono disputati altri recuperi. Nel torneo di Seconda Categoria ottimo pari colto dal Magorno con la Real Sangiovannese (1-1) che certifica i netti progressi del sodalizio caro al massimo dirigente Pascale che ha abbandonato anche l’ultimo posto, complice l’esclusione dal torneo del Licusati Italo Cammarano. In Terza Categoria pari a reti bianche tra Nuova Salerno e Pgs Enzo Raso che esclude di fatto le due formazioni dalla lotta play-off.
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.