Pizzeria Betra Salerno

Prima Categoria, il Centro Storico Salerno dice addio alla Promozione

I granata cedono al Taurano e tornano mestamente a casa

Davide Maddaluno

Continua la maledizione finali per il Centro Storico Salerno che cede 5 a 2 a Mugnano del Cardinale contro il Taurano e dice addio ai sogni di Promozine. Inizia col piede sbagliato il match dei granata che si lasciano imbrigliare dall’arcigna compagine irpina. Dopo una fase di stasi, condizionata dal gran caldo e dal reciproco studio, alla prima occasione il Taurano passa. Sepe si destreggia alla grande al limite dell’area e fa partire una bordata che si stampa sulla traversa, favorendo la ribattuta a rete di Santaniello. Immediata la reazione ospite con un diagonale di Vicinanza ed una spettacolare punizione di Salzano di poco fuori. L’undici di Accetta riparte saggiamente in contropiede ma Sepe viene arginato da Raimondo. A ridosso della mezz’ora Marigliano imbecca Pacileo, sombrero sul diretto avversario e conclusione respinta, il più lesto ad intervenire è Annunziato che addomestica la sfera e insacca. Neanche un minuto che si materializza la frittata: il rinvio di Sica sbatte sulla schiena di Mauro, il rimpallo favorisce il colpo di testa a porta sguarnita di Schiavone. Il numero uno granata si riscatta nel finale evitando in uscita il tris del pericolosissimo ex Sorrento Sepe. Nella ripresa saltano subito gli schemi, Sorrentino viene mandato tra lo stupore della tifoseria salernitana sotto la doccia per proteste e poco dopo stessa sorte tocca anche Carbone per i rossoneri. Assalto all’arma bianca dei salernitani, trascinati dall’incontenibile Pacileo, con Salzano, il neo entrato Antonio Gagliardi ed Annunziato i cui tentativi esaltano i riflessi dell’attento Peluso. Di contro nella fila dei baschi d’Irpinia è sempre Sepe a tenere in ansia i ragazzi di Accardo ma i suoi due tentativi vengono smorzati sul nascere. Il predominio resta nei piedi dei bianco granata che però non riescono a pungere, esaltando le doti difensive del colosso Arianna e compagni. A dodici dalla fine tambureggiante azione ospite con Pacileo che raccoglie il tiro deviato di Manuel Gagliardi e favorisce l’inzuccata di Annunziato. Seguono dieci minuti di caos poi la gara riprende e, dopo un’incursione di Mauro ed un episodio dubbio in area irpina che porta all’ammonizione per simulazione di Gagliardi, si va ai supplementari. Nonostante una migliore condizione atletica, i granata vengono puniti subito dalla chirurgica conclusione di Sepe. I rossoneri poi dilagano con la progressione vincente dell’under Donnarumma ed il tap in di Santaniello. Irpini in trionfo, Centro Storico nell’amarezza generale.

 

TABELLINO

TAURANO: Peluso, D’Apolito, Lombardi (38′ st Donnarumma), Iovino, Arianna, Fortunato (12′ sts Siniscalchi) , Schiavone, Scafuri, Sepe (13′ sts Castaldo), Carbone, Santaniello. A disposizione: Romano, Buonfiglio, Maffettone. Allenatore: Accetta
CENTRO STORICO SALERNO: Sica, Raimondo, Pellegrino (1′ st D’Arco), Sorrentino, Paciello (18′ st Gagliardi M.), Mauro, Pacileo, Vicinanza, Annunziato, Salzano, Marigliano (1′ st Gagliardi A.). A disposizione: Pecoraro, Casaburi, Lanzara, Farina G. Allenatore: Accardo
ARBITRO: Luongo di Napoli
RETI: 14′ pt Santaniello, 31′ pt Annunziato (CSS), 33′ pt Schiavone, 33′ St Annunziato (CSS), 9′ pts Sepe, 10’sts Donnarumma, 13′ sts Santaniello
NOTE: Giornata soleggiata. Ammoniti Vicinanza, Paciello, Gagliardi M., Annunziato (CSS), Fortunato, Iovino, Lombardi (TA). Espulsi al 7′ st Sorrentino (CSS) per proteste, al 18′ st Carbone (TA) ed al 15′ sts Mauro (CSS). Spettatori 550 circa.

Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.