Taste - Sapori Mediterranei

Premio Fabula 2017, Giobbe Covatta taglia il nastro dell’ottava edizione

"Solo tramite i bambini e le loro menti giovani, abbiamo la possibilità di cambiare in meglio il nostro mondo" Queste le parole del magistrato Filippo Spiezia presente ieri all'Arena Troisi

Federica D'Ambro

Sono circa 190 i bambini che ieri hanno indossato le loro maglie bianche e verdi ed hanno dato il via all’ottava edizione del Premio Fabula a Bellizzi. Una manifestazione dedicata a 360 gradi proprio a loro, giovani creativi. Ieri ben due incontri hanno caratterizzato la prima giornata. Due incontri molto diversi tra loro, uno legato all’istruzione, alla legalità, e alla volontà delle menti giovani di poter e dover cambiare le cose. L’altro è stato un incontro solidale, fatto con il cuore, a piedi nudi, infatti, Giobbe Covatta, ha risposto alle domande dei piccoli creativi, facendoli viaggiare con le parole.
Subito dopo, lo stesso attore, comico, scrittore, nonché politico, ha avuto l’onore di tagliare il nastro blu, sancendo l’inizio di questa nuova edizione di Fabula.

Ho accettato l’invito a Fabula perchè ritengo che sia più importante trascorrere qualche ora con voi bambini, piuttosto che restare chiuso in ufficio. Solo tramite i bambini e le loro menti giovani, abbiamo la possibilità di cambiare in meglio il nostro mondo, innovando e creando”. Con queste parole il sostituto procuratore antimafia e antiterrorismo, membro di EuroJust, Filippo Spiezia, si è presentato ai bambini, tenendoli incantati alle sue parole per oltre un’ora.

La presenza del magistrato Filippo Spiezia ha assicurato ai ragazzi un excursus su Eurojust, l’organismo europeo che si occupa di cooperazione tra autorità nazionali nella lotta contro gravi forme di criminalità transnazionale che interessano l’Unione Europea. L’incontro dei giovani creativi con Giobbe Covatta, invece, è stata l’occasione di approfondire le tematiche legate alla solidarietà ed all’integrazione, da anni al centro delle attività dell’attore, testimonial di Amref e Save the Children.
Subito dopo Covatta ha incontrato il pubblico nell’area spettacoli di Piazza Giovanni XXIII. Ad accompagnare tutta la serata c’è stato il gruppo Sette Bocche in un intreccio musicale di allegria, passione e magia.

Ma il calendario di Fabula 2017 è ancora pieno e siamo solo all’inizio. Oggi, infatti, l’Arena Troisi aprirà alle 18.00 con un laboratorio su “Condivisione e sostenibilità” tenuto dal professor Giovanni De Feo ideatore di Greenopoli, accompagnato da Valentina Iannone. Greenopoli è un metodo didattico racchiuso in un libro che approccia ragazzi e adulti con un linguaggio semplice e scorrevole avvicinandoli ai temi dell’educazione ambientale utilizzando anche lo strumento della favola. Toccherà poi a Luca Tommassini, ballerino, attore, regista e coreografo che incontrerà i giovani creativi alle 19.00 prima di raggiungere l’area spettacoli dove si racconterà ripercorrendo le fasi salienti di una carriera che l’ha visto lavorare, tra gli altri, fianco a fianco con Madonna. Come ogni anno, i laboratori pomeridiani sulla parola che avranno inizio alle 14 saranno tenuti da Ivano Montano, Aniello Nigro e Tina Galano mentre l’area incontri, attiva dalle 18, sarà affidata a Concita De Luca.

“Ogni anno cresce il numero dei partecipanti e, di pari passo, il loro ed il nostro entusiasmo – spiega il direttore artistico Andrea Volpe –. Sono queste le piccole conferme che ci spingono a perseverare provando, di anno in anno, a stimolare i ragazzi a scrivere, a lasciarci qualcosa aprendosi a temi e strumenti che i ritmi frenetici della quotidianità tendono a far passare inosservati. Siamo pronti, i nostri ragazzi sono carichi. Vorrei ringraziare tutti gli imprenditori locali e nazionali che continuano a investire

No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.