Pizzeria Betra Salerno

I PRECEDENTI – Tre anni fa il gol di Volpe al Pisa di Menichini

Undici i precedenti con i nerazzurri, cinque successi della Salernitana, 4 pareggi e 2 sconfitte

Enzo Sica

A distanza di appena sette giorni un’altra icona della Salernitana sarà di scena sabato all’Arechi. Rino Gattuso, che a Salerno ha lasciato tantissimi estimatori, arriva, alla guida del Pisa, dopo Roberto Breda tecnico dell’Entella. Un altro amarcord speciale con un punto a favore della Salernitana. I precedenti con i nerazzurri della Torre Pendente sono favorevoli ai granata. Infatti gli incontri disputati a Salerno, tra il Vestuti prima e l’Arechi dopo fanno l’occhiolino alla squadra ora allenata da Beppe Sannino.
Undici i precedenti con i nerazzurri. Cinque successi della Salernitana, 4 pareggi, solo 2 sconfitte. Val la pena di rimarcare, però, che i successi tra le mura amiche la Salernitana li ha ottenuti sempre con grande sofferenza. Ed anche sabato il canovaccio dovrebbe essere lo stesso perché il Pisa allenato da Gattuso è una squadra “tosta” che ha nella difesa la sua arma migliore.
Dunque i precedenti. Che affondano le radici soprattutto in tornei di terza serie quando le due compagini faticavano a raggiungere la cadetteria. Diciamo che è beneaugurante il passaggio del secondo turno di Coppa Italia lo scorso anno con un gol molto bello di Andrea Bovo, oggi giocatore della Reggiana. Anche tre anni fa quando la Salernitana disputò il play off, poi perso contro il Frosinone, il Pisa alzò bandiera bianca a Salerno. Il gol fu di Volpe, sulla panchina nerazzurra c’era Leonardo Menichini. Un super Gori tra i pali riuscì a parare di tutto e di più. E fu proprio con quel successo che la Salernitana arpionò i play off con 4 turni di anticipo. Andando più indietro con la memoria ci fu un’altra bella gara nel 2008-2009 tra le due squadre. Arturo di Napoli portò in vantaggio la sua squadra, la Salernitana, appunto ma nella ripresa il Pisa riuscì a pareggiare con l’ivoriano Job. Ora c’è questa gara importante per entrambe le squadre. E Gattuso sarà applaudito dai suoi ex tifosi  all’ingresso sul terreno di gioco campo e sarà avversario solo per i novanta minuti della contesa.
di Enzo Sica
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.