No Signal Service

I PRECEDENTI – Le Fere all’Arechi: quanti incontri, da Borgobello a Gabio

Sfide dal 1930 a Salerno, quando iniziano ad incrociarsi i destini delle due squadre

admin

Mai banali le sfide tra Salernitana e Ternana disputate a Salerno. Per la rivalità sportiva che c’è tra umbri e campani ed anche perchè la Salernitana quando ha incontrato i rossoverdi sul terreno amico ha sempre sfoderato esibizione di prima classe. E la testimonianza tangibile è nelle undici vittorie dei padroni di casa su 24 incontri fin qui disputati tra serie C e B. Solo tre volte gli umbri hanno avuto la meglio. Una minima parte, dunque, che potrebbe far stare tranquilla la tifoseria granata lunedì sera nell’esordio in casa dei ragazzi di Bollini.
Addirittura nel 1930 iniziano ad incrociarsi i destini delle due squadre per poi continuare fino agli anni 2000 con qualche pareggio ma le vittorie della Salernitana sono state davvero tante. La “défaillance” più netta è lo 0-3 del 2002 – 2003 quando Giampà e Massimo Borgobello stesero i granata. E proprio il bomber ternano venne a Salerno qualche anno dopo senza successo.
Negli anni a cavallo tra il 2015 e il 2016 Salernitana sempre vincente seppure di stretta misura. Si ricordano i tifosi una gara sul filo del rasoio fino al 90esimo. Il gol umbro fu di Ceravolo e la Salernitana sul filo di lana vinse per 2 a 1. Lo scorso anno in cadetteria gara da batticuore. Doppio vantaggio ospite con Falletti e Palombi. Sembrava avessero il terreno spianato gli ospiti ma la rimonta fu clamorosa da parte della Salernitana che ribaltò il risultato vincendo per 3 a 2. E ironia della sorte il gol-successo fu realizzato da Gigi Vitale che l’anno precedente era stato il capitano della Ternana.
di Enzo Sica
No Signal Service

Commenti

I commenti sono disabilitati.