Pizzeria Betra Salerno

I PRECEDENTI – Granata a Ferrara sei anni dopo, l’ultimo sorriso targato Ragusa-Litteri

Solo cinque gli incroci tra biancazzurri e la Salernitana

Enzo Sica

Una sfida “affascinante” quella in programma sabato prossimo tra la Spal e la Salernitana. Mai aggettivo fu più appropriato perché se la squadra di Ferrara ha un “pedigree” calcistico di tutto rispetto visto i tanti anni di militanza tra serie A, B o dell’allora serie C, la nostra Salernitana per il grande carisma e anche gli anni di longevità (calcistica) non le è da meno.
I meno giovani non ricordano quella che era la Spal del presidente Paolo Mazza, una grande persona che ha portato alto il nome della sua squadra in tanti anni di calcio. Ed è per questo che le sfide tra la squadra di Ferrara e la Salernitana si possono contare sulle dite di una sola mano. Solo cinque, infatti, gli incroci tra biancazzurri locali e granata che sono praticamente radicalizzati soprattutto fino agli anni 50′. Parliamo di 66 anni fa quando entrambe le squadre militavano in serie B e sul proprio terreno, il Mazza, appunto che ha preso il nome dal suo storico presidente, la Spal ha sempre battuto la Salernitana in 4 circostanze.
Poi per moltissimi anni le due squadre non si sono incontrate. Anche perché i gironi della serie C erano standardizzati, nel senso che giocavano le squadre del nord, del centro e del sud nei gironi A,B,C. Dunque fino all’ottobre del 2010, sei anni fa quando le due squadre, si sono incontrate in Lega Pro visto che la Spal è finita nel girone C. Ed in quella occasione Ragusa (che oggi gioca nel Sassuolo) e Litteri (punto di forza del Cittadella) con un uno-due micidiale punirono i padroni di casa per 2 a 1. Poi il vuoto con la Spal, fresca promossa in serie B, allenata da Semplici, che ritroverà i granata sperando che la tradizioni positiva, Salernitana permettendo, possa continuare…
di Enzo Sica
Sport1

Commenti

I commenti sono disabilitati.